Cronaca

'Zitto negro': vittima di episodio razzista in campo, sbotta e viene espulso

Ha perso le staffe e ha spintonato l'avversario: protagonista dell'episodio un giocatore togolese del Rioveggio. In segno di protesta durante la prossima partita i suoi colleghi calciatori scenderanno in campo con il viso dipinto di nero

Episodio di razzismo in campo. E' accaduto durante una partita di calcio del Rioveggio vs Lizzano (terza categoria), durante la quale un giocatore togolese, Teibou Koura, è stato chiamato 'negro' da un avversario: d'istinto ha reagito, spintonando il "rivale", e così si è guadagnato pure un'espulsione.

'Stai zitto, negro', queste le parole che avrebbero fatto perdere le staffe al togolese. Non sono servite le immediate scuse, istintivamente si è avventato contro l'avversario. E' volato qualche spintone, così l'arbitro è intervenuto, cacciandolo dal campo, con tanto di cartellino rosso.

La presidente della Polisportiva Rioveggio (di cui fa parte il calciatore togolese) ha annunciato che domenica prossima, in occasione dell'incontro casalingo con Casalecchio, "i nostri giocatori scenderanno in campo col viso dipinto di nero. Il razzismo non è accettabile, a maggior ragione in una categoria come la nostra dove all' agonismo dovrebbero accostarsi amicizia e divertimento. Speriamo che in futuro anche Federazione e Aia si mostrino più attenti nel cercare di evitare e, nel caso, condannare certi gesti".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Zitto negro': vittima di episodio razzista in campo, sbotta e viene espulso

BolognaToday è in caricamento