rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca

Passante, l'amministrazione si confronta con i cittadini: al via le assemblee territoriali

Sul modello elaborato dalla Stanford University. Saranno 5 incontri, in partenza il 7 settembre, tra amministratori, Autostrade e cittadini sul progetto di potenziamento del nodo Tangenziale e Autostradale

Il Confronto pubblico sul Passante di Bologna è ai nastri di partenza: mercoledì 7 settembre al Centro Sociale Frassinetti di via Andreini si terrà il primo dei cinque incontri tra amministratori locali, Autostrade per l'Italia e cittadini sul progetto di potenziamento del nodo Tangenziale e Autostradale di Bologna.

"Il Confronto pubblico, la cui gestione è affidata alla società Avventura Urbana, vedrà applicato per la prima volta – con esiti concreti e non solo conoscitivi -  un metodo elaborato dal Center for Deliberative Democracy della Stanford University (California, Stati Uniti)", spiega l'amministrazione comunale. Si tratta della modalità di gestione degli incontri tra cittadini ed esperti messa a punto per il Deliberative Polling, strumento di partecipazione su temi complessi già utilizzato più di settanta volte in 24 Paesi del mondo.
l comitato di monitoraggio, coordinato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e composto da Regione Emilia-Romagna, Città Metropolitana di Bologna, Comune di Bologna e Autostrade per l’Italia, ha il compito di coordinare la progettazione dell’opera e il Confronto pubblico. 

IL CALENDARIO. Gli incontri hanno l’obiettivo, oltre che di "illustrare le caratteristiche generali del progetto, di presentare nel dettaglio gli interventi che interesseranno i diversi quartieri e raccogliere proposte e osservazioni". Per questa ragione sono state previste cinque assemblee territoriali, una per ciascuna delle aree maggiormente interessate dal tracciato: San Donnino (mercoledì 7 settembre al Centro Sociale Frassinetti di via Andreini 18); Croce del Biacco/Massarenti (giovedì 8 settembre al Centro Sociale Croce del Biacco di via Rivani 1); Croce Coperta/Dozza (lunedì 12 settembre al Centro Sociale Croce Coperta di via Papini 28); Pescarola/Marco Polo (martedì 13 settembre al Centro Civico Lame di via Marco Polo 51); Birra/Borgo Panigale (mercoledì 14 settembre nella Palestra della scuola elementare Aldo Moro di via Santorre di Santarosa 2). Gli incontri si svolgono tutti dalle 21 alle 23. L’accoglienza e la registrazione dei partecipanti comincia alle 20.30.

COME SI SVOLGONO GLI INCONTRI. Nel corso degli incontri sarà possibile interloquire con gli amministratori locali e con i tecnici di Autostrade per l’Italia.  Il metodo utilizzato prevede all'inizio un'introduzione generale durante la quale interverranno Irene Priolo, assessore alle politiche per la mobilità del Comune di Bologna, Andrea Pillon (Avventura Urbana), e i rappresentanti di Autostrade per l'Italia. Subito dopo ai cittadini, ai quali verrà fornito il materiale del progetto, verrà lasciato il tempo necessario a elaborare le loro domande: in questa fase saranno suddivisi in dieci tavoli di lavoro coordinati, ciascuno, da un facilitatore indipendente, che aiuterà i cittadini a fare la sintesi delle loro richieste e a condividere un tema prioritario di interesse comune da porre al microfono agli amministratori e ai tecnici. Saranno raccolte anche tutte le altre domande e osservazioni comprese quelle molto particolari che possono riguardare problemi locali e legati a singoli cittadini. A queste verrà data una risposta “faccia a faccia” nel corso dell'incontro oppure, in caso di mancanza di tempo, sarà fornita una risposta scritta. Tutte le domande e le relative risposte saranno pubblicate sul sito del progetto, www.passantedibologna.it dove comparirà anche un resoconto sintetico audio e video di ciascun incontro. Infine, al termine di ogni assemblea territoriale, ciascuno dei dieci tavoli di lavoro indicherà un rappresentante che, insieme agli amministratori, ai presidenti dei Quartieri e ai tecnici di Autostrade per l'Italia, parteciperà a sopralluoghi e approfondimenti sul tracciato del progetto per potere così elaborare eventuali proposte. 
Per ulteriori informazioni: info@passantedibologna.it 


 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Passante, l'amministrazione si confronta con i cittadini: al via le assemblee territoriali

BolognaToday è in caricamento