Cronaca

Passante, intesa di massima nel centrosinistra: "Ora avanti con la conferenza dei servizi"

Avanti con la conferenza dei servizi, mentre il consiglio comunale approverà la localizzazione dell'opera alla prima della nuova amministrazione

Coperture ed elettrofiltri, compensazioni per le alberature tagliate nei quartieri toccati dall'opera, desigillazione del suolo e un monitoraggio sugli inquinanti.

Sono gli ingredienti del Passante green versione Lepore e centrosinistra. A riportarlo l'agenzia Dire. "Grazie a questo accordo -dice Lepore- ci sono tutte le condizioni per chiudere l'iter e fare del Passante un'opera simbolo nazionale della transizione ecologica".

L'accordo politico siglato in seguito alla commissione tecnica con Coalizione Civica tenuta durante le primarie, ma soprattutto alla condivisione con ministero delle Infrastrutture, Regione e i Comuni di Bologna e San Lazzaro, sarà alla base delle delibere di giunta che verranno presentate dal Comune di Bologna e dal Comune di San Lazzaro nei prossimi giorni.

Avanti dunque con la conferenza dei servizi, mentre il Consiglio Comunale di Bologna approverà la localizzazione dell'opera entro il primo Consiglio utile del prossimo mandato amministrativo. "Vorrei ringraziare tutte le forze politiche, a partire dal contributo fondamentale di Coalizione Civica, per il confronto durante e dopo le primarie- aggiunge Lepore- è stato utile approfondire tutti gli stimoli e le proposte raccolte.

Un grazie va anche al sindaco Merola, al presidente Bonaccini e alla sindaca di San Lazzaro Isabella Conti, per la disponibilità dimostrata in ogni fase di questo percorso e che oggi ci mette nella condizione di prepararci alla prossima Conferenza dei servizi e formare una delibera di giunta".

"L'obiettivo che ci siamo posti -spiega ancora l'assessore Pd- è quello di rendere l'intervento sul Passante compatibile con gli impegni che in questi mesi abbiamo assunto con i cittadini: dal portare Bologna ad essere tra le cento città carbon neutral al 2030 selezionate dalla Commissione europea; al continuo monitoraggio e lavoro per la tutela della salute dei cittadini e delle cittadine.

Primarie, match Lepore/Conti sull'ambiente: il clima si scalda sul tema Passante

Se consideriamo che il costo dell'inquinamento accertato per la città di Bologna è di 1.780 euro a persona all'anno, la riduzione delle emissioni avrà un impatto diretto sia sulla salute dei cittadini che sulla riduzione della spesa sanitaria".

La prospettiva condivisa, conclude Lepore, "è quella di far partire i cantieri e realizzare nella città di Bologna una infrastruttura di nuova generazione, che si ponga in futuro come un 'laboratorio' di innovazione permanente sulle tematiche della mobilità sostenibile e della tutela della salute dei cittadini e delle cittadine".

Tra i principali interventi proposti ci sono la riduzione delle emissioni con coperture ed elettrofiltri, fondi di compensazione delle alberature abbattute (1,3 milioni di euro) nei quartieri attraversati dal nuovo passante, la desigillazione di suolo per bilanciare il consumo dovuto all'opera, l'avvio degli investimenti per le attività di monitoraggio appena la conferenza dei servizi avrà approvato l'opera. Infine ci si propone di "chiudere positivamente l'attuale iter presso la Conferenza dei servizi e predisporre l'apertura di un nuovo iter che accompagni l'opera nel futuro".

Comunali, Lepore lancia il suo Passante: "Non serpente di cemento ma simbolo di transizione ecologica" | VIDEO

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Passante, intesa di massima nel centrosinistra: "Ora avanti con la conferenza dei servizi"

BolognaToday è in caricamento