rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca

Passante, via libera di Autostrade alle modifiche

Soddisfazione da parte degli enti locali alle integrazioni. Si va verso cantieri a due velocità

Nuovo piccolo passo in avanti per il Passante. Il Comune ha fatto apere che Autostrade, alla quale erano rivolte delle richieste di modifica del progetto, avrebbe accolto "in modo ampio" le proposte di modifica dell'opera.

Tali modifiche erano spuntate sulla scia delle ultime scintille di campagna sulle primarie, dove Lepore aveva promesso maggiore attenzione al consumo di suolo e alle opere compensative. I provvedimenti in corso a Palazzo si fermarono, in attesa di un nuovo carteggio con Autostrade circa le variazioni suggerite. Ora, la risposta del gestore autostradale, che oltre a Palazzo D'Accursio soddisferebbe anche la Regione.

Opere di mitigazione in fase due

"La lettera accoglie tutte le proposte migliorative indicate" spiega il comuncato di Palazzo D'Accursio, compresa "la suddivisione dei progetti del Passante in due fasi".

In altre parole, nella 'Fase 1' si "porterà a cantiere tutto ciò che è compatibile con il Progetto Esecutivo dell'opera, al fine di permettere un avvio immediato dei lavori a valle dell'ultima Conferenza dei Servizi".

Le mitigazioni ambientali, coperture dei tratti in chiave antismog comprese, saranno invece contenute dentro la 'Fase 2’, dove andranno "tutti i provvedimenti che necessitano dell'avvio di una progettazione dedicata o una sperimentazione". In merito alla individuazione di nuove possibili coperture infatti, "Autostrade ha recepito la possibilità di una predisposizione così come richiesta in sede di Conferenza dei servizi da parte del Comune di Bologna, con predisposizione delle fondazioni inclusa. Tali progettualità saranno quindi da affrontare nella 'Fase 2'".

Per Palazzo D'Accursio "questa impostazione permetterà di ottenere il massimo delle prestazioni senza fermare l'iter, nell'ottica di un progetto a prova di futuro e di sostenibilità".

Aree compensazione e osservatorio ambientale

Autostrade però non avrebbe accolto tutte le proposte. A tal merito "si precisa che la non ammissibilità fa riferimento solo al fatto che esse spettano ad altri enti, come ad esempio la costituzione dell'Osservatorio Ambientale o l'individuazione di ulteriori aree da desigillare in compensazione del consumo di suolo".

Soddisfatti Lepore e Bonaccini

“Valuto positivamente la risposta di Autostrade, che recepisce in modo ampio le richieste che l'Amministrazione Comunale di Bologna aveva avanzato a fine dello scorso mandato - commenta il Sindaco Matteo Lepore -. È stato accolto in modo esaustivo il nostro progetto per un Passante di Nuova Generazione. La Giunta del Comune di Bologna si potrà esprimere in merito alla collocazione urbanistica dell'opera, proponendo così al Consiglio Comunale l'atto definitivo. Come Sindaco Metropolitano chiederò uno specifico approfondimento relativo alle opere adduttive riferite agli altri comuni, vista la disponibilità a condividere un cronoprogramma generale degli interventi”.

“Credo davvero che la risposta di Autostrade alle proposte migliorative che il sistema territoriale aveva indicato per la realizzazione del Passante- ha detto il Presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini- rappresenti un risultato importante. Perché stiamo parlando di un’opera non più rinviabile, che guarda al futuro e che non sottovaluta l’importanza di quello che sarà l’impatto ambientale dell’opera stessa. Anche dalla realizzazione di infrastrutture utili al territorio, al lavoro e alle persone- conclude il presidente della Regione- passa la ripresa e rilancio del nostra regione, che deve già guardare oltre la difficile fase che stiamo attraversando”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Passante, via libera di Autostrade alle modifiche

BolognaToday è in caricamento