Grande prova di solidarietà da parte dei bolognesi: in un mese donati 425 pasti

CUCINE POPOLARI. L'obiettivo era raggiungere circa 200 persone e invece e' stato raddoppiato il numero. Per questo, le cene saranno due e la prima sarà il 3 luglio, mentre la seconda dopo l'estate

Roberto Morgantini

Oltre 400 pasti donati in un mese per finanziare non una, ma ben due cene di solidarieta'. E' il risultato raggiunto dall'iniziativa promossa da Camst e Cucine popolari "Un pasto sospeso", che "si conclude con un risultato che testimonia una grande prova di solidarietà".

In un mese sono stati donati 425 'pasti' nei due ristoranti self-service di Bologna, il C'entro, in via Indipendenza, e il Bass'Otto, in via Ugo Bassi, che andranno a finanziare due cene di solidarieta'. Un risultato "straordinario che e' andato oltre le nostre aspettative", commenta Francesco Malaguti, presidente di Camst.

Infatti, l'obiettivo era raggiungere circa 200 persone e invece e' stato raddoppiato il numero. Per questo, le cene saranno due e la prima sarà il 3 luglio, mentre la seconda dopo l'estate. "Come azienda di ristorazione sentiamo particolarmente il dovere di contribuire ad alimentare un circolo virtuoso di solidarieta', per rendere sempre piu' accessibile il cibo da parte di chi si trova in condizioni di disagio sociale", aggiunge Malaguti.

"Siamo felici e orgogliosi di poter vantare il sostegno di un'azienda come la Camst, questo aiuto ci da' fiducia, prospettandoci un futuro migliore, ci da' la giusta dose di coraggio affinche' il progetto delle CUCINE POPOLARI possa proseguire senza difficolta'", dice Roberto Morgantini di Cucine popolari. (Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm, le misure in arrivo e le regioni a rischio maggiore (Emilia Romagna tra queste)

  • Nuovo Dpcm: colori regioni e nuovi criteri, Emilia Romagna a rischio zona rossa?

  • Red Ronnie contro la serie su San Patrignano: "Solo aspetti negativi, ma molti sono ancora vivi grazie a Muccioli"

  • Schivata la zona rossa, l'Emilia Romagna resta arancione

  • Nuovo Dpcm, seconde case e nuove regole: tutte le risposte

  • Dpcm e zona arancione, fioccano multe per violazione del coprifuoco e uscita dai comuni di residenza

Torna su
BolognaToday è in caricamento