Altri 45 giorni la detenzione: la richiesta di liberazione di Patrick Zaki sulla Garisenda

“Crediamo nella libertà di ricerca e di espressione e nella difesa dei diritti umani – dichiarano il Sindaco Merola e il Rettore Ubertini - non ci stancheremo”

Foto Comune di Bologna

Il maxi-poster era stato issato, solo per poco, su Palazzo de' Notai, in Piazza Maggiore, ora, dopo il prolungamento di altri 45 giorni della detenzione cautelare per Patrick Zaki, studente all'Alma Mater, è arrivato sotto le Due Torri.

Il ricercatore iscritto all'università di Bologna era stato arrestato al Cairo l'8 febbraio scorso con l'accusa di sedizione, e attualmente detenuto nel braccio di massima sicurezza del carcere di Tora, nella capitale.

Zaki, un'altra doccia fredda: altri 45 giorni di detenzione

"Ancora una volta Bologna chiede libertà per Patrick Zaki e lo fa dal cuore della città: la torre Garisenda. Il cartellone con l’immagine ideata dall’artista Gianluca Costantini è visibile da questa mattina su un ponteggio allestito nell’ambito del cantiere per i lavori di consolidamento della torre - si legge nella nota di Palazzo D'Accursio - proprio ieri il tribunale egiziano ha stabilito una nuova proroga di 45 giorni della detenzione cautelare per lo studente iscritto al Master Gemma dell'Alma Mater Studiorum - Università di Bologna, arrestato a Il Cairo lo scorso 7 febbraio e ancora in stato di detenzione preventiva". 

“Non ci stancheremo di continuare a chiedere libertà per Patrick, crediamo fermamente nella libertà di ricerca e di espressione e nella difesa dei diritti umani – dichiarano il Sindaco Virginio Merola e il Rettore Francesco Ubertini -. Va posta fine alla sua detenzione per restituirlo agli studi in una città che lo attende”.

"Il cartellone è stato realizzato dall’agenzia di pubblicità TMC che il Comune di Bologna ringrazia per la grande collaborazione fornita nell'amplificare questa richiesta di libertà".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Il Covid fa la sua prima vittima fra i sanitari del S.Orsola: morto a 59 anni l'infermiere Sergio Bonazzi

  • Siglata nuova ordinanza. Riaperture negozi, corsi e lezioni di ginnastica a scuola: ecco cosa cambia

  • Giornata del Parkinson, le neurologhe: "Per combattere la malattia, tre tipi di terapie avanzate"

  • Dati Covid confortanti: l'Emilia-Romagna verso la zona gialla (ma non subito)

  • Mangia la pizza e finisce in ospedale con un filo metallico nell'esofago: due denunce

Torna su
BolognaToday è in caricamento