Pedalata attraverso l'Europa vs la violenza sulle donne: l'impresa di Eva, psicoterapeuta bolognese

Pandemia, convivenze forzate durante il lockdown e esplosione di casi di violenza domestica. Il viaggio solidalide di Eva Plicchi vuole essere una reazione simbolica alle libertà di movimento negate durante la quarantena

Otto Paesi diversi, 25 giorni in sella a una bicicletta: sono i numeri del viaggio, iniziato ieri da Bologna, di Eva Plicchi, psicoterapeuta bolognese che ha deciso di attraversare l'Europa in sella alla sua bici, e a fin di bene. Tutto e' iniziato durante i mesi del lockdown a causa dell'emergenza coronavirus, quando Plicchi ha continuato a prestare il suo servizio di supporto psicologico alle donne che si rivolgevano allo sportello 'Chiama chiama' dell'associazione MondoDonna onlus, di Bologna.

"Mi sono resa conto che Chiama ChiAma non solo ha continuato a mantenere attivo il suo servizio- racconta Eva alla 'Dire'- ma lo ha addirittura intensificato durante il periodo della quarantena, proprio per andare incontro alle emergenze nate in seguito alla convivenze forzate imposte durante il periodo piu' acuto della pandemia".

Il viaggio di Eva una reazione simbolica alle libertà di movimento negate durante il lockdown

Il viaggio di Eva dunque, e' una reazione simbolica alle liberta' di movimento negate durante i mesi del lockdown e anche la meta, Brighton, non e' scelta a caso. "Ho una grande passione per l'Inghilterra, e piano piano vedevo cancellare tutti i voli che avevo prenotato per le mie brevi fughe", racconta Plicchi, che percio' ha scelto di arrivarci in bici, sicura di non essere fermata, attraversando Italia, Svizzera, Lichtenstein, Germania, Francia, Paesi Bassi, Belgio, arrivando in Inghilterra. Il viaggio di Plicchi, che si potra' seguire giorno dopo giorno sulla pagina Facebook dedicata 'Pedalando attraverso l'Europa in difesa delle donne' (oltre che su quelle di MondoDonna onlus e ChiamaChiAma), e' accompagnato da una raccolta fondi attiva sulla piattaforma gofoundme.org (https://gf.me/u/ygwg5a).

Obiettivo della traversata: raccolta fondi per centro anti-violenza

L'obiettivo della psicoterapeuta e' di raccogliere almeno 6.000 euro, cosi' da poter sostenere un mese dell'attivita' degli sportelli Chiama chiAma.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il mantenimento di ogni sportello del centro antiviolenza infatti, attivo sul territorio della Citta' metropolitana di Bologna e nel distretto di Cattolica e Riccione, costa circa 200 euro al giorno per coprire le spese, da quelle dell'equipe operativa (operatrici, psicologhe, mediatrici culturali, avvocati), alla produzione delle campagne e dei materiali di comunicazione. Ma anche il mantenimento dei luoghi di incontro, i giochi per i bambini e l'organizzazione dei gruppi di socializzazione tra donne vittime di violenza. Distanti ma vicine negli intenti, Plicchi ha coinvolto anche un'altra donna che gia' da qualche giorno e' partita in bicicletta in direzione opposta, verso sud. Ivana Cerri, partita dalla sua citta' natale, Sirmione, raggiungera' le isole Canarie, dove vive e dove ha conosciuto Plicchi. "Siamo due donne sole, con la liberta' di viaggiare e di decidere come farlo e credo che questo sia un messaggio potentissimo- commenta Plicchi- tra l'altro, il mio percorso e quello di Ivana verso sud e' come se chiudessero simbolicamente un cerchio". (Saf/ Dire) 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come asciugare i vestiti quando fa freddo evitando quello strano odore di umido

  • Bollettino Covid, boom contagi: +1.180 casi in regione, +348 a Bologna. Altri 10 morti

  • Coronavirus, il piano della Regione Emilia-Romagna: "Intanto isolare famiglie con positivi"

  • Bollettino Covid, +1.413 casi in regione e 15 morti. Salgono i ricoveri

  • Crollo in via del Borgo: morto al Maggiore lo studente travolto dalle macerie

  • 23 ottobre, sciopero nazionale treni e bus: cosa c'è da sapere

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento