rotate-mobile
Cronaca

Migliaia di file archiviati con cura: la Postale arresta in flagranza pedofilo 40enne

Tutto è partito dalla segnalazione del Centro nazionale per i minori scomparsi e vittime di abusi statunitense: dopo la perquisizione disposta dalla procura di Bologna, è stato colto in flagranza

La Polizia Postale dell'Emilia Romagna ha arrestato in flagranza un uomo 40enne modenese: era in possesso 2.800 file, archiviati e catalogati con cura, di materiale pedopornografico esplicito, parte potrebbe anche essere autoprodotto.

Dopo la perquisizione disposta dal pm Augusto Borghini di Bologna, l'accusa per l'uomo è di reati di divulgazione e detenzione di materiale prodotto mediante lo sfruttamento sessuale di minori.

Tutto è partito dalla segnalazione, tramite la Postale di Roma, del Centro nazionale per i minori scomparsi e vittime di abusi statunitense, impegnato sul fronte dello scambio di materiale pedopornografico tramite la rete. Il Compartimento di Polizia Postale di Bologna ha identificato il modenese che è stato arrestato lo scorso 16 settembre.

E' stato rintracciato, vicino alla sua abitazione, in un prefabbricato non abitabile. Negli ultimi anni sono stati monitorati dalla Postale 1820 siti internet:  526 sono stati oscurati con la collaborazione dei provider italiani.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Migliaia di file archiviati con cura: la Postale arresta in flagranza pedofilo 40enne

BolognaToday è in caricamento