menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pedofilia, abusa di un bimbo disabile: condannato a 5 anni e 4 mesi

La Corte d'Appello di Bologna conferma la pena del primo grado: "Nessun bimbo può essere consenziente"

La Corte di Appello a Bologna ha confermato la pena a 5 anni e 4 mesi per A.A., 22 enne pakistano, che ha abusato un bambino disabile, riconoscendo che il bimbo ha subito una violenza senza dare mai alcun consenso. 

Questa mattina, come rende noto l'associazione anti-pedofilia Caramella Buona, si è svolta una nuova fase del caso di cronaca che portò l'anno scorso centinaia di sostenitori a manifestare davanti il tribunale di Reggio Emilia, contro la decisione del giudice di lasciare l'imputato ai domiciliari (è ancora aperto al riguardo un procedimento disciplinare del Ministro della Giustizia a carico del giudice Giovanni Ghini). 

"Questo appello, dal quale inutilmente la difesa dell'imputato ha cercato di estromettere l'associazione  - dichiarano insieme l'avvocato Monica Nassisi e il presidente della Caramella Buona Roberto Mirabile - conferma quanto correttamente sostenuto in primo grado da noi e dal pubblico ministero Maria Rita Pantani, per di più chiarendo il principio che un bimbo non può essere consenziente". Chiude con una nota polemica il presidente Mirabile: "Mi dispiace che questo pedofilo rimanga in Italia, quindi presto, troppo presto, ce lo ritroveremo a girare libero per le nostre strade".

Non è stata disposta l'espulsione a fine pena perché beneficerebbe ancora di un permesso di soggiorno umanitario.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento