Cronaca

Migliaia di file pedopornografici nel cellulare: 42enne ai domiciliari

All'uomo si è arrivati con la segnalazione di una Onlus

Oltre 3mila file pornografici, suddivisi in cartelle, sul suo cellulare. Per questo, un 42enne è finito ai domiciliari con l'accusa di detenzione e diffusione di materiale pedopornografico, sulla chat di Telegram. L'operazione è stata condotta dalla polizie postali di Bologna e Ancona, e l'arresto è stato convalidato dal Gip di Bologna Simona Siena.

L'uomo, disoccupato e senza precedenti, è stato colto in flagrante grazie a una segnalazione fatta ad una Onlus, a sua volta partita da un un altro uomo, che ha sostenuto di avere ricevuto alcuni video dal 42enne, conosciuto in una piattaforma online di gioco.

I successivi accertamenti svolti dalla Polizia postale di Ancona hanno portato all'identificazione del 42enne poi perquisito, che appunto "conservava i file all'interno del proprio cellulare, minuziosamente suddivisi in diverse cartelle". Da qui l'arresto e la successiva decisione del gip di disporre nei confronti dell'uomo la misura degli arresti domiciliari.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Migliaia di file pedopornografici nel cellulare: 42enne ai domiciliari

BolognaToday è in caricamento