rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Cronaca

Altro stop People mover, questa volta è colpa del maltempo

Parti della struttura sarebbero state danneggiate dalla grandinata e dal forte vento della serata del 4 luglio

Il People mover, la monorotaia che collega l'aeroporto con la stazione di Bologna "per ragioni tecniche è temporaneamente sospeso". Così si leggeva ieri sul sito di Marconi Express, la società di gestione. I collegamenti quindi sono stati operati da un bus sostitutivo. 

La colpa, questa volta, sarebbe del maltempo: "Nella serata di lunedì, grandinata e forte vento hanno danneggiato alcune parti accessorie dell'infrastruttura", scrive Marconi Express: "La situazione, tenuta sotto osservazione nella giornata di martedì, ha richiesto questa mattina la sospensione del servizio su monorotaia in modo da consentire il pieno ripristino delle componenti danneggiate. Marconi Express ha provveduto sul proprio sito a dare tempestiva comunicazione della sospensione del servizio su monorotaia; contestualmente, è stato attivato il servizio sostitutivo su gomma". 

Da quanto si apprende dal personale dell'aeroporto, oggi, 7 luglio, il servizio è ripristinato dapprima con frequenza ridotta, ogni 15 minuti e non ogni 8, poi dopo le 10.30 è tornato attivo con due navette. 

Oltre agli stop di tipo "tecnico" che hanno interessato più volte anche il consiglio comunale e fermato i contributi da parte del Comune di Bologna, come prevedeva l'accroso, sono numerose le lamentele da parte dell'utenza, con un prezzo del biglietto aumentato a gennaio 2022. 

Sui continui disservizi era intervenuta anche la Procura di Bologna che aveva iscritto un fascicolo penale a carico di ignoti per il reato di cui all’art. 356 c.p. - Frode nelle pubbliche forniture - "onde verificare la possibile rilevanza penale dei numerosi guasti che hanno caratterizzato il primo anno di esercizio, anche nella prospettiva della regolarizzazione del servizio e della garanzia della sicurezza dei trasporti". 

"Di sicuro la prossima volta tenterò di non partire da Bologna", ha detto a Bologna Today Guido Ricci, professionista di 44 anni, che ieri mattina si è imbattuto in una interruzione del servizio del People Mover, finendo per attendere interminabili minuti sul bus sostitutivo messo a disposizione da Marconi Express. Il tutto a tariffa piena, per un percorso che però si è rivelato ben più lungo degli otto minuti promessi dalla navetta ferrata"

La monorotaia inoltre si ferma dopo mezzanotte, quindi la società di gestione ha attivato un servizio bus notturno, ma al costo della tariffa piena, nonostante la tratta seguita non sia quella del People mover, bensì su strada, con tempi di percorrenza molto superiori ai 7-8 minuti. 

(Foto archivio)

Navetta sostitutiva Marconi express: "Pagato biglietto intero, poi ci abbiamo messo mezz'ora invece che 8 minuti"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Altro stop People mover, questa volta è colpa del maltempo

BolognaToday è in caricamento