People mover in consegna a Tper per la gestione: la pandemia mette a rischio i ricavi

Voli e e numero dei potenziali passeggeri necessariamente ridotti dall'emergenza sanitaria

Il 18 novembre la navetta veloce di collegamento tra la Stazione di Bologna e l'Aeroporto entrerà finalmente in servizio dopo la consegna dell'opera Tper che lagestirà. 

Non dovrebbero esservi più ostacoli quindi per l'operatività del People Mover, preoccupano piuttosto altri aspetti, ossia la sostenibilità economica del progetto che sicuramente subirà contraccolpi, a causa della pandemia che riduce i voli e quindi il numero dei potenziali passeggeri dalla pandemia e dalla riduzione consistente del traffico aeroportuale causato dell'emergenza sanitaria.

Da quanto si apprende dall'agenzia Dire, probabilmente il servizio verrà rimodulato, tenendo contro di numeri più bassi di quelli prospettati, dall'altra i minori ricavi di questa fase richiederanno l'apertura di un negoziato con le banche per rimodulare il debito, allungando di qualche anno la concessione come, pare, abbiano chiesto gli istituti di credito, mentre su alcune testate si legge di una probabile maggiorazione del costo biglietto

Il Dpcm in Emilia-Romagna è in vigore: le regole, cosa si può e non si può fare

L’ENAC - Ente Italiano per l'Aviazione Civile - ha inviato una lettera alle compagnie aeree che operano voli da e per il territorio italiano in merito al rispetto dei diritti dei passeggeri che non possono usufruire dei biglietti aerei già acquistati, a causa delle nuove misure per il contrasto e il contenimento dell'emergenza da Covid-19, disposte dal Governo a protezione della salute dei cittadini.
Con il DPCM del 3 novembre, infatti, sono state introdotte restrizioni che limitano la circolazione delle persone fisiche da e per alcune Regioni italiane, situate nelle zone rosse e arancioni. L’Ente ricorda che le compagnie hanno l’obbligo di rimborsare i passeggeri con voli programmati sugli aeroporti situati in queste zone

In effetti, diverse compagnie aereo stanno riducendo il numero dei voli anche se l'Aeroporto è aperto e "a seguito della istituzione delle zone rosse, arancioni e gialle, dal 6 novembre i passeggeri in partenza - fa sapere il Marconi - per Calabria, Puglia e Sicilia - regioni in zone arancioni e rosse con cui sono attivi collegamenti diretti - dovranno presentare in aeroporto l'autocertificazione sui motivi del viaggio. Vi chiediamo cortesemente di stamparla e compilarla prima di venire in aeroporto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Emilia-Romagna verso la zona gialla, Donini: "Aspettiamo una settimana"

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Nuova ordinanza regionale: confermate le misure, altre attività aperte nei prefestivi

  • Covid Bologna ed Emilia-Romagna, il bollettino: l'epidemia rallenta, ma ci sono 50 morti

  • Mangia la pizza e finisce in ospedale con un filo metallico nell'esofago: due denunce

Torna su
BolognaToday è in caricamento