menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Freddo: 40 posti in più nelle strutture d'accoglienza

In totale sono 300 i posti a disposizione in tutta la città

In vista dell'allerta gelo il Comune di Bologna ha messo a disposizione 40 posti letto in più nelle strutture di accoglienza, avendo così a disposizione 300 posti in totale. Non solo, sono stati rafforzati  i turni degli operatori per raggiungere chi dorme in strada: gli operatori dell’Help Center, da oggi a domenica, saranno in strada dalle 9 alle 3 di notte. Nella giornata di domenica,invece, la fascia serale e notturna sarà coperta dai volontari della Croce Italia.

L’obiettivo è intercettare tutte le situazioni di fragilità e tenere monitorate con particolare attenzione le persone che non accettano il posto letto, portando loro coperte e bevande calde. Gli operatori saranno inoltre impegnati a coprire i luoghi segnalati dai cittadini attraverso la email instrada@piazzagrande.it, che dal primo dicembre è stata messa a disposizione proprio per ricevere le segnalazioni di persone che vivono in strada.

“Siamo fortemente impegnati, in questi giorni di allerta gelo, nella tutela delle persone più deboli che non hanno un luogo dove dormire – afferma l’assessore comunale a sanità e welfare, Giuliano Barigazzi – e il nostro obiettivo resta di costruire le condizioni per accogliere tutti coloro che dormono in strada. Desidero ringraziare i tanti cittadini che segnalano situazioni di fragilità alla email messa a disposizione da quest’anno, ringrazio tutti coloro che continuano a donare coperte e piumoni e gli operatori e i volontari che ogni giorno si impegnano per raggiungere e aiutare chi vive in situazioni di disagio”.

Il Piano Freddo, partito il dicembre 2018, si concluderà il 31 marzo 2019: un lasso di tempo in cui viene assicurata l’accoglienza notturna (dalle 19 alle 9) in un luogo protetto a tutte le persone che dormono in strada. L’accoglienza nelle ore diurne  è garantita qualora scatti l’allerta della Protezione Civile per neve o freddo intenso. Di giorno, durante il Piano Freddo, è garantito comunque un riparo diurno dalle 10 alle 18 ad accesso libero e diretto presso il Laboratorio di comunità E-20 di via Mauro Sarti 20 (dal lunedì al venerdì esclusi i festivi) e presso il Laboratorio di comunità BelleTrame di via don Paolo Serra Zanetti 2 (sabato, domenica e festivi). 
Queste le strutture e le disponibilità dei posti per l’accoglienza notturna del Piano Freddo 2018-2019:

- Casa del Riparo Notturno Zaccarelli (“Capannoncino”) in via del Lazzaretto 15 (33 posti, solo accoglienza maschile)

-  Rifugio Notturno in via del Gomito 22 (un posto con la possibilità di ospitare cani nella zona esterna attrezzata)

-  Casa Willy in via Pallavicini 12 (80 posti, sia accoglienza maschile che femminile); Centro Beltrame in via Sabatucci 2 (25 posti, sia accoglienza maschile che femminile)

-  Villa Serena in via della Barca 1 (35 posti, solo accoglienza maschile)

- Fantoni in via Fantoni 15 (33 posti, solo accoglienza maschile)

- Moduli abitativi di via del Lazzaretto 15 (4 posti, sia uomini che donne)

- Centro Rostom, via Pallavicini 12 (10 posti, sia uomini che donne)

-  Strutture dedicate del Pronto Intervento Sociale-Pris (5 posti).

Infine ci sono i posti messi a disposizione da sei parrocchie della città (solo per uomini): Sant’Antonio di Padova in via della Dozza 5/2 (12 posti); San Bartolomeo della Beverara in via della Beverara 90 (4 posti); Sant’Andrea di Bondanello a Castel Maggiore (6 posti); Santa Rita in via Massarenti 418 (4 posti); Capanna di Betlemme a Funo di Argelato (6 posti); San Domenico Savio in via Andreini 36 (3 posti).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Casalecchio: aperto il nuovo ristorante McDonald’s 

Salute

Più sedentari causa smartworking e Dad. La personal trainer "L'esercizio fisico è un 'farmaco', può previene malattie croniche"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento