rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca

Il nuovo piano vaccini dell'Emilia-Romagna: "Fino a 45mila al giorno", ma non ci sono date certe

Molto dipende dalle forniture di dosi provenienti dalle case farmaceutiche. Il piano della Regione prevede di poter mettere in campo fino a 70 centri vaccinali nel territorio, ma nello scenario peggiore per la copertura arriva dopo molti mesi

La macchina dei vaccini in regione è pronta, ma di tempi stimabili non se ne parla neanche. "Non possiamo illudere i cittadini" sbotta il governatore Stefano Bonaccini in conferenza stampa, dopo che gli è stato domandata più volte una stima circa i tempi delle somministrazioni dopo il calo delle forniture di sieri da parte delle case farmaceutiche.

"Non forniamo date che poi puntualmente potrebbero essere disattese e dare false speranze ai cittadini" chiosa Bonaccini, che però aggiunge: "Noi siamo pronti, e abbiamo stilato un piano che a pieno regime può far vaccinare più di un milione di persone al mese".

Il piano vaccini: da 10mila a 45mila dosi al giorno

"Abbiamo un sistema sanitario che è in grado di arrivare a 45mila vaccinati al giorno -afferma Bonaccini, con lui l'assessore regionale alla Sanità Raffaele Donini- questo significa che entro l'estate saremmo in grado di vaccinare tutti quanti, se le dosi ci fossero, ma bisogna evitare di illudere la popolazione". Anche se, aggiunge durante la conferenza stampa tenuta oggi, "pare che i ritardi accumulati sulle forniture cominciano ad essere ridotti".

Il piano vaccini regionale è stato strutturato per scaglioni: a seconda della disponibilità la macchina della profilassi si adatta. Quindi, da 12 centri vaccinali con 10mila dosi al giorni si passa ai 20mila, ai 30mila, fino ai 45mila sieri iniettati ogni 24 ore, in 70 centri vaccinali attivati.

Covid, Viale: "Con 70% vaccini in autunno si evita terza ondata" | VIDEO

Tempi molto variabili per la copertura al 75 per cento: dai sei mesi ai due anni

Riuscire ad arrivare all'immunità di gregge, stimata oggi al 75 per cento della popolazione e considerando che i bambini e i ragazzi sotto i 16 anni sono esclusi dalla campagna -questo il ragionamento di Viale Aldo Moro- vorrebbe dire vaccinare circa 3 milioni e mezzo di persone.

Calcolatrice alla mano, con le forniture attuali (315634 dosi la stima fornita per febbraio in Emilia-Romagna da Arcuri) e prevedendo due somministrazioni per ogni persona, ci vorrebbero però ancora circa 20 mesi di campagna vaccinale per avere una copertura di gregge minima, mesi che salgono a 22 per vedere tutta la popolazione dai 14 anni in su vaccinata per il Covid-19. 

Lo scenario più ottimistico invece, quello che prospetta 40mila dosi al giorno, circa 1 milione e 220mila dosi al mese. Calcolando i richiami, questo scenario vedrebbe la immunità di gregge al 75 per cento della popolazione coperta non prima di quattro-cinque mesi, tenendo in conto anche quelle effettuate.

Tutto insomma dipende dalla fornitura da parte delle case farmaceutiche, e inoltre se nel tempo si aggiungeranno anche altri vaccini che avranno avuto il via libera da parte delle agenzie del farmaco italiana ed europea.

Vaccini anti-covid, l'appello dei medici di base: "La Regione ci convochi"

Donini: "In campo anche le cliniche mobili, ma non le 'Primule'"

"Non abbiamo particolari difficolta' logistiche" come sedi di vaccinazione, spiega l'assessore regionale alla Sanità, Raffaele Donini I vaccini verranno fatti "nei punti di maggiore afflusso, negli ospedali, nelle Case della salute ma non escludiamo nemmeno soluzioni come le cliniche mobili". Per quanto riguarda le prenotazioni verranno sfruttati i Cup, le farmacie, il fascicolo sanitario elettronico, i corner della salute e "abbiamo in animo di coinvolgere anche i medici di medicina generale". 

Le vaccinazioni verranno svolte da 75 team di 14-16 operatori ciascuno, oltre il migliaio le unità di personale in campo, con una potenzialità ciascuna di circa 600 vaccinazioni al giorno. Oggi ci sono 12 punti in Emilia-Romagna che svolgono fino a 10.000 vaccini al giorno. "Ma con le Aziende stiamo attivando successivi upgrade che portino ad avere fino a 45.000 dosi giornaliere", sottolinea Donini. Il sistema sarà insomma estensibile fino a 70 hub vaccinali e 315.000 dosi a settimana (circa la disponibilità di tutto il mese di febbraio, ndr).

A Bologna vaccini anti covid a domicilio per over 80 | VIDEO

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il nuovo piano vaccini dell'Emilia-Romagna: "Fino a 45mila al giorno", ma non ci sono date certe

BolognaToday è in caricamento