Sabato, 15 Maggio 2021
Cronaca Via Giacomo Puccini, 1

Pianoro, licenziato a due anni dalla pensione: l'azienda fa un passo indietro

Dopo che i sindacati avevano annunciato mobilitazione e alla vigilia di un incontro all'ispettorato del lavoro, la Segafredo annuncia che ritirerà il licenziamento del lavoratore

Foto Google Maps

Lo avevano licenziato in tronco solo cinque giorni fa: convocato e 'tagliato' a poco piu' di due anni dalla pensione per l'esternalizzazione del servizio. Ma ora la Segafredo ci ripensa e lo richiama. L'azienza annuncia infatti che "ritirerà il licenziamento del signor Angelo Stanzani in occasione della convocazione all'Ispettorato territoriale del lavoro".

Fino ad allora, l'azienda continuerà a cercare una "soluzione condivisa" con il sindacato. Che, appunto, si è messo di traverso non appena si è saputo del licenziamento. All'inizio, peraltro, la Flai-Cgil aveva denunciato l'indisponobilità a incontrare sindacati ed Rsu per discutere dell'accaduto e di eventuali alternative. I colleghi del lavoratore licenziato, addetto alla manutenzione, avevano invece indetto lo sciopero ad oltranza. Quel 'taglio' è "un'ulteriore dimostrazione dell'imbarbarimento del lavoro cui siamo arrivati -sottolineava pochi giorni fa il segretario della Flai-Cgil di Bologna, Vincenzo Grimaldi.

E la presidente dell'Assemblea legislativa dell'Emilia-Romagna, Simonetta Saliera, aveva parlato testualmente di "degrado". Si era mosso anche il M5s chiedendo l'intervento del governatore Stefano Bonaccini mentre oggi è andato all'attacco Nicola Fratoianni di Sinistra italiana: "E' ora che la dignità di chi lavoranon debba essere sempre umiliata in questo modo". Nel pomeriggio è arrivata la nota dell'azienda che annulla la decisione presa.

Se non fosse arrivato il ritiro del licenziamento, sarebbero proseguite le azioni di lotta: l'assemblea del personale di Segafredo era pronta con un pacchetto di 20 ore di sciopero, approvato oggi. Per domani era già in programma un'altra assemblea che ora verrà usata per raccontare l'esito della discussione di oggi con l'azienda. Evidente la "soddisfazione" del sindacato. "La lotta paga -dice Grimaldi- ma siamo soddisfatti anche perché ora si aprirà un tavolo sul piano industriale e il modello organizzativo, di cui fa parte a tutti gli effetti anche la manutenzione". (Agenzia DIre)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pianoro, licenziato a due anni dalla pensione: l'azienda fa un passo indietro

BolognaToday è in caricamento