Cronaca Centro Storico / Piazza Aldrovandi, 5

Piazza Aldrovandi, Bernardini: 'E' il nostro Piave, in trenta dalle palestre per sit-in notturni'

Il leader di Insieme Bologna fornisce i dati del punto di ascolto in bolognina, quasi una segnalazione al giorno in sei mesi. E su Piazza Aldrovandi da l'ultimatum al Comune: 'O si sbrigano, o facciamo da soli'

Un sit-in notturno, con una trentina di giovani "ben messi fisicamente", con il supporto di un paio di palestre bolognesi. E' la provocatoria proposta di Insieme Bologna che, per bocca di Manes Bernardini, prova a pungolare Sindaco e Giunta sulla questione della sicurezza e del trambusto notturno in Piazza Aldrovandi.

I dettagli di quanto annunciato via social nei giorni scorsi sono stati forniti durante il bilancio di sei mesi di apertura dello sportello in via Ferrarese della formazione politica dell'ex leghista. A lanciare un sos sono anche i vari rappresentanti di Insieme Bologna presenti negli altri Quartieri, non ultima piazza Aldrovandi.

Bernardini quindi conferma di voler organizzare un presidio chiamando a raccolta i frequentatori delle palestre: "Nulla di provocatorio" ma solo la voglia di portare "solidarietà e vicinanza a residenti e commercianti che vivono una situazione che la maggioranza dei cittadini non conosce".

L'ex leghista, condannato in primo grado di recente per la vicenda delle spese pazze, fatto che ha portato il civico a dimettersi dal consiglio comunale, afferma di aver già avuto la disponibilità di una trentina di giovani "ben messi fisicamente" e anche di due palestre, da coinvolgere per poter effettuare il sit-in notturno visto che "quella è una zona pericolosa".

Quando potrà essere avviato il sit-in dei palestrati? Tra fine maggio e inizio giugno, ma "prima voglio capire dall'assessore Matteo Lepore quali iniziative vuole porre in essere. Se le riterremo insufficienti- assicura Bernardini- siamo pronti". Piazza Aldrovandi "è il nostro Piave, da lì non si indietreggia.

Anzi si avanza per riconquistare anche via Petroni e piazza Verdi", scandisce il civico. Non solo, perché Bernardini il mondo delle palestre vuole coinvolgerlo su tutto il centro storico con "un sistema che ricalchi l'esperienza degli steward negli stadi": ovvero assistenti civici che "possano dare una mano ad accogliere le persone e gestire il salotto del centro storico", con pettorine e radio per comunicare con le forze dell'ordine, perché da sola "la Polizia municipale non ce la può fare". L'idea è arrivata da una realtà associativa e potrebbe interessare quelle palestre che "già da tempo si erano offerte per organizzare corsi di autodifesa", spiega Bernardini, intenzionato a sottoporre la proposta all'amministrazione.

Quanto al punto d'ascolto aperto da Insieme Bologna in via Ferrarese, piena Bolognina, in sei mesi ha raccolto 161 segnalazioni e cioè quasi una al giorno: 110 riguardano la sicurezza e il degrado (furti, spaccio, cani non controllati), 18 la manutenzione di strade e marciapiedi, 15 l'utilizzo di bici sotto i portici, dieci il decoro urbano (soprattutto scritte sui muri) e otto un turnover sospetto nelle ragioni sociali dei negozi (probabile metodo per non pagare le tasse). L'80% delle segnalazioni e' arrivata da persone over 50, in maggioranza donne.

Sono i dati forniti oggi in conferenza stampa dal leader di Insieme Bologna, Manes Bernardini, insieme al capogruppo Gian Marco De Biase. Tra le varie ricevute, Bernardini si sofferma sulle "molte segnalazioni relative a due negozi dove ci dicono viene costantemente fatta opera di spaccio": questo "lo abbiamo segnalato a chi di dovere, ma vedo che sono ancora aperti".

Anche a fronte di situazioni come questa, rispetto all'annunciato progetto sulla sicurezza partecipata in Bolognina "chiedo pubblicamente al sindaco Virginio Merola e all'assessore Riccardo Malagoli di chiudere il cerchio", va in pressing il civico: "Stanno passando i mesi e del progetto di cui abbiamo discusso già prima di Natale non si vede l'attuazione".

Per Insieme Bologna "il termine ultimo è la fine di giugno", avverte Bernardini, poi "l'apertura di credito" verso la Giunta sarà considerata esaurita. (Dire)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza Aldrovandi, Bernardini: 'E' il nostro Piave, in trenta dalle palestre per sit-in notturni'

BolognaToday è in caricamento