Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

“Tutti a Casa”: affittare a Piazza Grande, un aiuto ai poveri e senza fissa dimora

Un progetto per fornire una casa alle persone senza fissa dimora: grazie al finanziamento della Fondazione del Monte, Piazza Grande diventa agenzia sociale

Si chiama “Tutti a Casa” il progetto dell’Associazione Amici di Piazza Grande Onlus nato per fornire una casa alle persone senza dimora. Con “l'obiettivo di creare un supporto tra dimensione psicologica e sociale”, grazie a un finanziamento della Fondazione del Monte, alla collaborazione del Comune di Bologna, dell’Asp Poveri e Vergognosi, dell’Istituzione contro l’Esclusione Sociale Serra Zanetti, del DSM- Ausl Bologna, Piazza Grande diventa prima agenzia sociale per l’affitto.
“Crediamo che la casa sia un diritto fondamentale perché l’assenza di una dimora riduce la libertà delle persone e rappresenta un costo per la comunità” si legge nel progetto “Lottare contro la povertà significa lavorare affinché le persone più povere possano riacquistare la loro libertà. Questo obiettivo è giusto per le persone povere ed è utile per l’intera comunità”.

SRADICARE IL FENOMENO. Cambio delle metodologie di lavoro tradizionali dei servizi rivolte alle persone senza dimora, questo l’obiettivo per sradicare il fenomeno dell’Homelessness e “unica strada percorribile per liberare le persone senza dimora dal circuito dell'emarginazione, dell'assistenza e della segregazione”.

GARANZIE. “Tutti a Casa” garantisce, da contratto, l’affitto, anche quando la casa è vuota, perché lo paga direttamente Piazza  Grande, possibilità di locazione per lunghi periodi, regolari visite nell'appartamento per verificare le condizioni dell'immobile (l’abitazione sarà restituita nelle stesse condizioni in cui è stata inizialmente affittata), completa gestione della proprietà e degli inquilini a carico di Piazza Grande, nessun costo iniziale, nessun costo di agenzia e nessuna spesa amministrativa, manutenzione ordinaria dell'appartamento eseguita dalla cooperativa edilizia di Piazza Grande e, soprattutto, affittando a Piazza Grande si aiutano le persone che vivono in povertà a Bologna.

MODELLO AMERICANO. Si rifanno a “Housing First”, il modello che ha avuto grande successo negli Stati Uniti migliorando efficacia nell'intervento e l’efficienza nell'utilizzo delle risorse economiche. Nel 1992 a New York lo Psichiatra Sam Tsemberis iniziò a costruire un nuovo metodo di lavoro con le persone senza dimora. Il metodo era semplice: fornire una casa alle persone senza dimora, e quindi combinarlo con un supporto che unisse una dimensione psicologica e sociale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Tutti a Casa”: affittare a Piazza Grande, un aiuto ai poveri e senza fissa dimora

BolognaToday è in caricamento