Cronaca

Sotto le Stelle del Cinema: 70mila presenze fra LunettaArena e piazza Maggiore

Ultima proiezione sabato 14 con il film di Elisabetta Sgarbi 'Extraliscio: punk da balera'

"Quante altre città italiane hanno questa voglia di cultura?". Se lo chiede, in riferimento a Bologna, Gian Luca Farinelli, direttore della Cineteca, che commenta così i 70.0000 spettatori attratti quest'anno fra LunettaArena e il cinema di piazza Maggiore, per il Cinema ritrovato e Sotto le stelle del cinema, (ultima proiezione sabato, con il film di Elisabetta Sgarbi 'Extraliscio: punk da balera').

"E' l'eccezione culturale di Bologna. Chi poteva immaginare, in quest'epoca, di raccogliere 1.000 persone a sera in piazza Maggiore- rivendica Farinelli- per vivere assieme l'emozione del cinema?". Tanti gli ospiti dell'edizione che si sta concludendo, da Isabella Rossellini a Isabelle Huppert, da Matilda De Angelis a Nanni Moretti e Gianni Amelio, passando per Paolo Virzì. E poi Carlo Vanzina, che ha ricordato Gigi Proietti (omaggiato anche dal poster di Sotto le stelle del cinema), Giorgio Diritti, maestro del racconto della terra emiliana, ('L'uomo che verrà'; 'Volevo nascondermi') e Leonardo Guerra Seràgnoli che ha riadattato 'Gli indifferenti', romanzo d'esordio di Moravia.

Intorno a piazza Maggiore, quest'estate, sono gravitati anche Pietro Marcello, con il suo omaggio a Lucio Dalla, lo street artist JR, accompagnato dalla regista Alice Rohrwacher per la loro 'Omelia contadina', e lo scrittore Jonathan Coe che ha raccontato la sua passione per Billy Wilder e uno dei suoi film meno conosciuti, 'Fedora'. C'è stato poi l'omaggio del premio Oscar newyorkese Paul Haggis, che per la proiezione di 'Million dollar baby' di Clint Eastwood ha affermato: "Una cosa così a New York non ce l'abbiamo", riferendosi alla 'sala' del Crescentone, con tanto di video inviato a Eastwood e a Ilary Swank. 

A coinvolgere il pubblico di Sotto le stelle del cinema e di Cinema ritrovato sono stati anche i capolavori delle origini e dell'epoca muta, come l'horror di Carl Th. Dreyer, 'Vampyr', che è stato accompagnato dall'Orchestra del Teatro comunale di Bologna e dal rintocco, in via del tutto eccezionale, della campana della torre Arengo. Grande successo anche per film già diventati "classici della contemporaneità", si legge nella nota di Sotto le stelle del cinema, come 'Mulholland Drive' e 'In the mood for love', e per "operazioni del tutto inedite, come quella grazie alla quale abbiamo riscoperto il gigante bolognese Mario Fantin e le sue incredibili immagini, le prime in assoluto nella storia, girate sulle pareti del K2".

Un altro inedito apprezzato è stata l'opera dedicata al tenore Enrico Caruso, un lavoro di restauro e sincronizzazione del suo film muto 'My cousin' del '18. Farinelli anticipa, poi, il rientro in sala, dal 26 agosto al Lumière: "Ripartiamo da 'Marx può aspettare' e da un omaggio ai film 'familiari' di Marco Bellocchio, maestro e presidente della Cineteca. Il suo ultimo film è frutto di un lunghissimo lavoro di scavo e di lavoro sulla memoria familiare. Un lavoro così personale da diventare universale, così sincero da coinvolgerci intimamente.

In attesa del ritorno dei nuovi film che illumineranno la stagione (in settembre ne sono annunciati due che attendiamo da più di un anno: da giovedì 16, 'Dune', nella versione di Denis Villeneuve, e, da giovedì 30, 'No time to die', il nuovo Bond firmato da Cary Fukunaga), vi proponiamo una selezione di quelli che ci sembrano i migliori film usciti negli ultimi mesi, sempre in versione originale, con sottotitoli".

Ma ci saranno anche iniziative dedicate a "uno dei migliori sceneggiatori del nostro cinema- continua Farinelli- Fabio Bonifacci". Lo sceneggiatore ('E allora mambo!') terrà, in piazzetta Pasolini, un corso di scrittura per il cinema (gratuito e a numero chiuso) e presentera` i suoi film. Infine, "in attesa del decimo e ultimo film (stando all'annuncio del regista stesso, ndr), vi presentiamo i primi nove, rigorosamente in pellicola (una in 70mm), di Quentin Tarantino", conclude il direttore della Cineteca. (Dire)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sotto le Stelle del Cinema: 70mila presenze fra LunettaArena e piazza Maggiore

BolognaToday è in caricamento