Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca Stazione / Piazza delle Medaglie d'Oro

Stazione, accoltellato per una sigaretta: 37enne rischia la vita, arrestato aggressore

La lite è nata per futili motivi e la vittima era intervenuta per calmare gli animi: si è preso una coltellata che gli ha lacerato l'arteria giugulare. Aggressore in manette per tentato omicidio

Pochi minuti dopo la mezzanotte di ieri un uomo è stato accoltellato in Piazza delle Medaglie d'Oro, davanti alla Stazione di Bologna: si tratta di un 37enne algerino che ora si trova in condizioni molto gravi all'ospedale Maggiore di Bologna. E' la Polizia Ferroviaria a chiarire la vicenda, mentre la Scientifica sta lavorando sull'arma utilizzata, un coltello a serramanico detenuto illegalmente dal 24enne autore della violenza.

LA LITE E' NATA PER UNA BANALE RICHIESTA: "HAI UNA SIGARETTA?" Secondo le ricostruzioni una cittadina polacca R.M.A. di 38 anni e due cittadini stranieri B.M e Z.A, marocchini di 43 e 50 anni, irregolari sul territorio nazionale e con svariati precedenti di polizia, sono stati avvicinati da M.H.A cittadino somalo di 24 anni che ha chiesto loro una sigaretta.

VOLEVA CALMARE GLI ANIMI ED E' STATO ACCOLTELLATO. Da questa banale richiesta ne è scaturita un'animata discussione diventata poi lite a tutti gli effetti. Nel frattempo è sopraggiunto il cittadino algerino J.Y. 37enne irregolare sul territorio, loro conoscente. Assistendo alla scena è intervenuto per calmare gli animi e riportare tutto alla normalità. Per tutta risposta l'uomo somalo ha sfoderato dalla tasca posteriore dei pantaloni un coltello a serramanico che deteneva illegalmente sferrando un fendente contro l'algerino e colpendolo alla base del collo perforandogli un polmone e lambendo l'arteria giugulare.

FUGGE IN STAZIONE E DA AGLI AGENTI UNA VERSIONE DIFFERENTE. Datosi alla fuga è stato poi intercettato all'interno della Stazione Centrale da una pattuglia della Polfer alla quale ha chiesto aiuto dichiarando di essere appena stato aggredito in Piazza Medaglie d'Oro. La vicenda è stata poi ricostruita sentendo tutti gli attori della vicenda.

"L'univocità delle dichiarazioni ha consentito agli investigatori una prima ricostruzione che conduce a individuare la responsabilità dell'accaduto in capo al presunto aggressore" chiarisce in una nota stampa la Polfer. Quest'ultimo, titolare di permesso di soggiorno rilasciato dalla Questura di Macerata e in possesso del titolo di riconoscimento dello status di rifugiato emesso dalla Questura di Torino, è stato arrestato per il reato di tentato omicidio e portato in carcere. I due cittadini marocchini sono stati accompagnati all'ufficio immigrazione per le veriffiche del caso mentre sono in corso accertamenti tecnici da parte della Scientifica su coltello utilizzato per il delitto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stazione, accoltellato per una sigaretta: 37enne rischia la vita, arrestato aggressore

BolognaToday è in caricamento