Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca Piazza Nettuno

#Svegliatitalia: in Piazza Nettuno migliaia di 'sveglie' per le unioni civili

Come in tante piazze d'Italia, anche quella bolognese oggi ha chiesto l'approvazione del DDL Cirinnà sulle unioni civili

Una manifestazione ben riuscita "Sveglia Bologna", il flash-mob con l'obiettivo di dare una scossa all’Italia sul tema dei diritti e delle unioni civili. Migliaia di persone munite di sveglie hanno affollato Piazza Nettuno , raccogliendo l'invito di Amnesty International - Emilia Romagna, Arcigay Il Cassero LGBT center, ArciLesbica Bologna, Associazione ricreativa Eagle Nest / RED // Bologna, Bogasport, Famiglie Arcobaleno Bologna, Indie Pride, KOMOS - Coro Gay di Bologna, MigraBO' LGBT, Mit Movimento Identità Transessuale, Uaar Bologna, Uni LGBTQ. 

Come in tante piazze d'Italia, anche quella bolognese oggi ha chiesto l'approvazione del DDL Cirinnà sulle unioni civili con un evento che precede di una settimana la grande mobilitazione "contro", il Family Day che si svolgerà a Roma il 30 gennaio e che, visto l'alto numero di adesioni, consisterà in un presidio statico, ovvero non è stato possibile far sfilare i sostenitori in corteo. 

In Piazza con le associzioni anche il sindaco Virginio Merola, Stefano Caliandro, capogruppo PD in Regione, il candidato sindaco 5 Stelle Massimo Bugani, la Cgil e i Comunisti. 

DDL CIRINNA'. Dal nome della relatrice e senatrice Monica Cirinnà del Pd, approderà al Senato il 28 gennaio. Tutto "parte" dal dovere dello Stato "di tutelare la libertà di realizzazione della persona nei suoi rapporti con gli altri (articolo 2 della Costituzione)", rafforzando anche il principio di cui all'articolo 29 della Costituzione sui diritti della famiglia. Ecco la "base" del provvedimento.

Due persone maggiorenni, anche dello stesso sesso, di seguito denominate «parti dell'unione civile», possono contrarre tra loro un'unione civile per organizzare la loro vita in comune. Presso l'Ufficio dello stato civile di ogni comune è istituito il Registro delle unioni civili. Sarà sufficiente una dichiarazione consensuale di separazione che le parti rendono all'ufficiale di stato civile. L'unione civile può altresì cessare nel caso di richiesta di cessazione presentata solo da una delle parti e resa nota all'altra parte. In tale ipotesi tutti gli effetti dell'unione civile sono protratti per un anno dalla data di presentazione della domanda di cessazione. Nel corso di tale anno la richiesta di cessazione può essere ritirata e la situazione di unione civile è ripristinata automaticamente. Il cittadino straniero che si unisce civilmente acquista la residenza in Italia.

I figli delle parti dell'unione civile, nati in costanza dell'unione civile, hanno i medesimi diritti spettanti ai figli nati in costanza di matrimonio. Le parti dell'unione civile possono chiedere l'adozione o l'affidamento di minori ai sensi delle leggi vigenti, a parità di condizioni con le coppie di coniugi. In caso di separazione delle parti dell'unione civile, si applicano con riguardo ai figli le disposizioni dettate dall'articolo 155 del codice civile.

Alle parti dell'unione civile sono estesi tutti i diritti e doveri spettanti al coniuge relativi all'assistenza sanitaria e penitenziaria e godono di tutti i diritti, facoltà e benefici previdenziali e assistenziali o comunque connessi al rapporto di lavoro subordinato o parasubordinato, o alla sussistenza di un'attività di lavoro autonomo, previsti a favore dei coniugi o del coniuge del lavoratore. La parte dell'unione civile è considerata tra i carichi di famiglia ed è a tal fine del tutto equiparata al coniuge. Per quanto riguarda la casa, in caso di morte del conduttore, gli succede nel contratto la parte superstite e convivente al momento del decesso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

#Svegliatitalia: in Piazza Nettuno migliaia di 'sveglie' per le unioni civili

BolognaToday è in caricamento