menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piazza Ravegnana 'occupata': "Spieghiamo perchè diciamo no al Fertility Day"

Pancioni finti, cartelli e un megafono dal quale gli organizzatori del Fertility Why spiegano la protesta contro l'iniziativa del Ministro Lorenzin

Perchè? Chiedono i manifestanti sotto la Torre degli Asinelli in riferimento al già tanto discusso "Fertility Day" (oggi ancora polemiche sulla nuova campagna promozionale) trasformandolo in "Fertility Why?" (qui l'intervista a Eleonora Porcu, consulente della manifestazione ufficiale del Ministero della Salute).

La protesta che questo pomeriggio ha portato in Piazza Ravegnana circa duecento persone vuole spiegare quali sono i motivi per opporsi alla giornata per la fertilità ideata dal Ministero della Salute ed è stata lanciata dalla 'Favolosa coalizione', la rete femminista, transfemminista, queer, trans, lesbiche e gay,

"Il Fertility day insulta le persone e in particolar modo le donne, che hanno scelto di non avere figli, che non possono averne o alle quali è capitato di non farne", si legge nell'appello e prospetterebbe "un modello di vita obbligatoriamente eterosessuale, popolato di spermatozoi e ovuli che sembrano dotati di vita propria e che hanno il potere di determinare il destino e i ruoli dei corpi che li contengono".

Cartelli alla mano e finte "pancione" per dire che: "Non si tratta di una questione di forma, ma di contenuto e rivendicare il diritto di fare o non fare bambini se e quando ci pare. Non è la modernità che ha spinto le donne fuori dalle case, ma sono state loro a lottare per uscirne".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Nuovo Dpcm, seconde case e nuove regole: tutte le risposte

Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

social

Oggi è il Blue Monday: il giorno più triste dell'anno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento