Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sull'onda di piazza Scaravilli, costruita dagli studenti dell'Università di Bologna

L'installazione fa parte del progetto Rock, l'inaugurazione martedì alle 18 con letture e concerto

 

Il suo nome è Slab, una parola che viene dal gergo del surf: Slab /slæb/ Tipo di onda molto potente che si genera dalle acque profonde del mare e si rompe in acque basse.

Così come il laboratorio che si genera dalle “acque culturali” di Bologna e vuole contribuire alla trasformazione della città. Co-progettato dagli studenti sotto la guida di Paolo Robazza, architetto di Beyond Architecture Group, durante il workshop Utopia Concreta.La struttura, realizzata attraverso un workshop di montaggio, ospiterà Malerbe Estate, una rassegna di performance a cura del Centro Antartide. Seduta o palcoscenico per eventi culturali, sarà a disposizione di tutti fino a ottobre.

La festa di inaugurazione (si sarebbe dovuta tenere oggi 6 luglio) causa maltempo è stata posticipata a martedì 10 luglio alle 18. In programma un concerto di due musicisti dell'Orchestra del Teatro Comunale (Silvia Mandolini e Mattia Cipolli, rispettivamente violino e violoncello) e un momento di letture con estratti di Utopia di Thomas More. 

Slab è un progetto a cura di Alma Mater Studiorum Università di Bologna, in collaborazione con il Comune di Bologna, Fondazione per l’Innovazione Urbana, Fondazione Teatro Comunale di Bologna.

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento