Cronaca Zona Universitaria / Piazza Giuseppe Verdi

Caos in Piazza Verdi, querelle poliziotto-residente: "Risposta inopportuna, ma poi si è agito"

I residenti lamentano l'ennesima serata chiassosa e l'intervento tardivo delle forze dell'ordine, durante il quale un agente è sbottato con un cittadino: 'Se la risolva da solo'. Il sindacato esprime solidarietà alla Polizia e ne difende l'operato. I residenti: 'Si intervenga dall'alto'

Via Petroni di notte

Sono le quattro di notte passate, un residente scende in Piazza Verdi per tentare di intervenire sul baccano provocato da tamburi, canti, musica e schiamazzi e si ritrova a discutere con un agente di Polizia che gli risponde: "Se la risolva da solo". E' successo fra venerdì e sabato notte, il protagonista della vicenda è Giuseppe Sisti, del comitato Assopetroni, che riprende tutto con il suo telefono (QUI IL VIDEO). 

Il giorno dopo l'assessore alla sicurezza e alla lotta al degrado Riccardo Malagoli chiede al comandante della Municipale di preparare una relazione su dislocamenti e movimenti delle pattuglie intervenute. Nel frattempo però il sindacato della Polizia (attraverso una nota trasmessa dalla UIL Polizia di Bologna) esprime solidarietà agli agenti spiegando: "Un collega ha ceduto alle pressioni della situazione e si è lasciato sfuggire una risposta inopportuna nei confronti del richiedente, presidente di un'associazione di cittadini, il quale stava filmando l'operato degli agenti. Una frase di apparente disinteresse, sicuramente sbagliata, ma che non ha avuto continuo nei fatti. In realtà, anche se il video nella sua strumentalizzazione non lo documenta, il lavoro delle volanti è proseguito per un'ora e mezza, riportando l'ordine nella piazza. Una sola frase in risposta ad una provocazione non può scalfire il lavoro effettivamente svolto. Pertanto difendiamo l'operato dei colleghi, soprattutto in considerazione delle difficoltà operative in cui spesso sono costretti a lavorare". 

"Non si tratta di una strumentalizzazione - replica Giuseppe Sisti - noi cittadini giriamo dei video e scattiamo delle foto per dimostrare quello che viviamo quasi ogni notte. Non è assolutamente nostra intenzione aprire un conflitto con le forze dell'ordine, che anzi, sono coloro che possono aiutarci. Nutriamo massimo rispetto nei loro confronti e sappiamo che non sono loro a decidere se e come inervenire". 

Sisti, che da anni lotta per la riqualificazione di via Petroni e Piazza Verdi insieme ad altri cittadini uniti nell'associazione Assopetroni, precisa che sono consapevoli del fatto che la responsabilità non sia dei singoli agenti: "Non possiamo però essere continuamente 'rimpallati', chiamare alle 23 e vedere arrivare qualuno alle 4 del mattino, dopo ore. Sono le istituzioni che devono aiutarci: vorremmo essere ricevuti da Merola e dal capo della procura Giuseppe Amato e presentare loro un esposto che denuncia non solo i frutti della movida incontrollata, ma anche fatti gravissimi legate alla criminalità della nostra zona, partendo da casi di minacce pesanti. Auspico comunque una distensione del clima e una buona collaborazione". 


 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caos in Piazza Verdi, querelle poliziotto-residente: "Risposta inopportuna, ma poi si è agito"

BolognaToday è in caricamento