menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Zona U e Bolognina: quattro pusher arrestati in due giorni

Il controlli delle forze dell'ordine contro lo spaccio di droga continuano senza sosta. Venerdì pomeriggio la tragica fine della 31enne padovana che sarebbe arrivata in città per comperare droga

Il controlli delle forze dell'ordine contro lo spaccio di droga continuano senza sosta. Quattro persone sono state arrestate negli ultimi due giorni tra la zona universitaria e la Bolognina. 

Due poliziotti di quartiere giovedì notte in Piazza Verdi hanno arrestato un 33enne marocchino pregiudicato trovato in possesso di 25 involucri tra eroina e cocaina, oltre a 660 euro in contanti. 

Venerdì pomeriggio, i Carabinieri hanno arrestato due marocchini, un 23enne e un 33enne, senza fissa dimora e con precedenti, che erano stati visti davanti all’ingresso del Dipartimento di Filologia Classica e Italianistica dell’Università, mentre spacciavano droga a un infermiere italiano 30enne. I tre sono stati fermati e identificati. L’infermiere ha ammesso di aver acquistato la sostanza stupefacente al prezzo di 70 euro, consegnando un involucro contenente 7,7 grammi di hashish. L'uomo ha raccontato ai militari di essere venuto a comprare la droga a Bologna, essendo residente in un’altra provincia, perché, navigando sul web, aveva letto di quanto fosse stato facile acquistarla nel capoluogo emiliano. 

Sabato sera, in via Franco Bolognese l'abitazione di un senegalese di 52 anni è stata perquisita dalla polizia, a seguito di una segnalazione: si tratta di un pluripregiudicato che alla vista degli agenti ha gettato una borsa dalla finestra contenenti 174 grammi di marijuana, così sono scattate le manette. 

Ha colpito molto la tragica fine della 31enne padovana che, da quanto si apprende, sarebbe arrivata in città insieme al suo fidanzato per comperare droga per poi morire dentro un B&B di via dei Bibiena: "La zona di Piazza Verdi e dintorni attrae evidentemente molte persone, più per la possibilità di poter acquistare facilmente stupefacenti che per la bellezza architettonica" aveva detto il pm Valter Giovannini, coordinatore del gruppo 'criminalità comune'. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lo sapevi che .... anche Bologna aveva un porto?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento