Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca Zona Universitaria / Piazza Giuseppe Verdi

Degrado e vandali in Piazza Verdi, Lega: "Videosorveglianza e schedature"

Dopo l'ennesima notte di "movida molesta" Bernardini porta in consiglio un ordine del giorno per chiedere un video monitoraggio per vandali e ubriachi

Un sistema di telecamere, una "stretta" sulle attività consentita e ai responsabili di degrado e danneggiamenti "schedature e allontanamento da Bologna": nel caso di studenti pure "l'espulsione dall'università". E' quello che chiede, in una nota, il capogruppo leghista Manes Bernardini riguardo le "notti movimentate in piazza Verdi e dintorni".

DOMANI L'ORDINE DEL GIORNO IN CONSIGLIO COMUNALE. Su questo tema, osserva, "domani la Lega Nord presenterà un ordine del giorno in consiglio Comunale per chiedere subito un'ordinanza contingibile e urgente a tutela dell'ordine pubblico e della salute" e per avviare "immediatamente l'installazione di un sistema di videosorveglianza con controllo diretto da parte del personale della polizia municipale 24 ore su 24".

LA PROPOSTA: UNA CABINA DI REGIA PER MONITORARE. In pratica, prosegue la nota di Bernardini , "una cabina di regia che controlli a video, ininterrottamente, tutta la zona, per consentire l'immediata constatazione di situazioni di illegalità e che permetta fin da subito l'identificazione e la schedatura dei soggetti responsabili". Nei loro confronti Bernardini chiede "pene esemplari", tra cui "l'allontanamento dalla città" e, nel caso si tratti di studenti, la "cacciata dall'Alma Mater. Ormai è certo che piazza Verdi è terreno sfuggito al controllo istituzionale - chiosa l'esponente del Carroccio per cui ora servono risposte decise contro chi ha dichiarato guerra a Bologna" e si è illuso che la zona sia "un campo di battaglia" invece che "una delle aree più belle della città".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Degrado e vandali in Piazza Verdi, Lega: "Videosorveglianza e schedature"

BolognaToday è in caricamento