Cronaca Zona Universitaria / Piazza Giuseppe Verdi

Degrado e lauree, De Oto: “Chiedo rispetto per Piazza Verdi, bene comune di tutti”

E' tempo di lauree, ma i festeggiamenti troppo spesso deturpano gli spazi comuni. L'appello di Antonello De Oto: "Chiedo ai bolognesi di non girarsi dall'altra parte…"

Durante il periodo delle lauree Piazza Verdi, già aggredita da problematiche di vivibilità e di legalità viene ancor più messa a dura prova dai neo-dottori e dal loro seguito di parenti e amici, per mezzo di un deturpamento e imbrattamento sistematico con uova e farina. Famiglie felici per il risultato raggiunto e amici spesso ubriachi spargono, rincorrendosi per tutta la Piazza farina a piene mani, lanciando uova in ogni direzione. "Risultato - denuncia il coordinatore della commissione legalità del quartiere San Vitale Antonello De Oto,  - una melma pericolosa a terra che tutto inzozza e un caos indescrivibile".

"NON CI ARRENDIAMO ALL'IMBRATTAMENTO COSTANTE". Reagisce dunque a questo stato di cose il Consigliere Antonello De Oto della circoscrizione San Vitale, accademico e coordinatore della Commissione Commercio, turismo e attività produttive nonché delegato dal Quartiere alla Legalità. De Oto, anche in qualità di Segretario di uno dei tre partiti che compongono la maggioranza di centro-sinistra in Comune, segnala come: "Piazza Verdi è un bene comune, un luogo storico della città e della vita universitaria. Non possiamo arrenderci a che sia imbrattato sistematicamente senza che siano de facto rispettate un minimo di regole del vivere civile. Questo non ha nulla a che fare con la Goliardia che è altra cosa, ma solo con la cattiva educazione”.

L'APPELLO AI CITTADINI: "SIATE ATTIVI!". Continua poi il Consigliere del partito di Bruno Tabacci: “Il Comune e l’Università fanno già la loro parte, ora deve “scattare” un senso di orgoglio civico, tutti e quando dico tutti intendo la comunità, dobbiamo essere presidio vigile, per far sì che questi comportamenti siano socialmente stigmatizzati, che si ripetano sempre meno…oppure non basteranno mille vigili…non si può lasciare ogni volta la piazza in quelle condizioni. Possiamo pensare anche di dislocare parte degli assistenti civici per monitorare queste situazioni a tutela di uno spazio condiviso ma la vera svolta è data dai nostri comportamenti. Chiedo ai bolognesi di non girarsi dall’altra parte…”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Degrado e lauree, De Oto: “Chiedo rispetto per Piazza Verdi, bene comune di tutti”

BolognaToday è in caricamento