menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piazzola, gli ambulanti frenano: "Riorganizzazione? Meglio T-days 'corto'"

Dai rapresentanti della categoria 'forti riserve' sulla proposta Lepore, e rilanciano: posticipare la partenza dei T-Days alle 14 del sabato

Non fa breccia nei commercianti l'idea del Comune di Bologna di anticipare, almeno in parte, la riorganizzazione della Piazzola. A esprimere "forti riserve" sull'intenzione dichiarata ieri dall'assessore Matteo Lepore è l'Anva-Confesercenti, in una nota. "In primo luogo- spiega l'associazione degli ambulanti- gli aspetti legati alla viabilità in via Irnerio, nelle giornate di mercato, sono sempre stati gestiti fino ad oggi senza particolari problemi.

E in ogni caso il forte flusso di traffico degli autobus, in particolare al sabato mattina, deriva da scelte operate dall'amministrazione comunale e che potrebbero senza problemi essere riviste", ad esempio "con l'inizio dei T-days alle 14 del sabato". Confesercenti sostiene poi l'importanza di avere "un anno e mezzo a disposizione per un confronto aperto e costruttivo fra il Comune e le associazioni di categoria, senza aver prima operato scelte che inevitabilmente condizionerebbero gli assetti futuri".

Questo, affermano gli ambulanti, "consentirebbe di individuare le soluzioni ottimali per qualificare e rilanciare il mercato della Piazzola, che rappresenta uno dei punti di forza e un grande polo di attrazione della rete commerciale bolognese, senza sacrificare i diritti e le aspettative degli operatori".

Confesercenti ribadisce dunque che "la priorità assoluta è rappresentata dalla necessità di salvaguardare gli imprenditori del settore presenti sul mercato e di garantire loro, anche in una se di perdurante crisi economica, la possibilità di un'adeguata redditività aziendale, commisurata al grande impegno e alla dedizione che questo mestiere richiede". (Dire)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento