Piazzola, ambulanti rimasti senza posto al mercato: "60 famiglie a rischio, chiediamo aiuto alle istituzioni"

Concessioni perse, protesta pacifica e appello all'assessore Aitini: "A causa di una inesattezza burocratica abbiamo perso il nostro posto al mercato di Piazza VIII Agosto. Siamo lavoratori e abbiamo bisogno di lavorare"

Una richiesta di aiuto, striscioni e un appello all'assessore Alberto Aitini per risolvere un nodo burocratico che ha sospeso di fatto dal 1°gennaio le concessioni di alcune decina di banchi del mercato della Piazzola: "Siamo lavoratori e sappiamo fare solo questo, chiedere con cortesia di poter tornare al nostro posto per mantenere le nostre sessanta famiglie". Queste le parole della delegazione di commercianti che questa mattina ha raccontato una nuova problematica che va a sommarsi alla difficile stagione della pandemia.

In sostanza alcuni ambulanti (alcuni dei quali sono alla Piazzola da trent'anni) avrebbero commesso degli errori nella compilazione di un bando e queste inesattezze si sono tradotte di fatto nell'estromissione della graduatoria delle autorizzazioni. A fronte di un momento storico già di per sè difficilissimo e ammettendo lo sbaglio, si chiede alle istituzioni (con l'appoggio delle associazioni di categoria) un "aiuto" per trovare insieme una soluzione. 

Il VIDEO della protesta pacifica di questa mattina

WhatsApp Image 2021-01-09 at 09.49.56 (1)-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm, le misure in arrivo e le regioni a rischio maggiore (Emilia Romagna tra queste)

  • Nuovo Dpcm, seconde case e nuove regole: tutte le risposte

  • Red Ronnie contro la serie su San Patrignano: "Solo aspetti negativi, ma molti sono ancora vivi grazie a Muccioli"

  • Schivata la zona rossa, l'Emilia Romagna resta arancione

  • Dpcm e zona arancione, fioccano multe per violazione del coprifuoco e uscita dai comuni di residenza

  • Bocciata alla maturità in Dad: Tar le dà ragione, esame da rifare

Torna su
BolognaToday è in caricamento