Bolognina, rapinava e picchiava anziani: 43enne arrestato dopo mesi di indagini

Tra questi un 84enne a cui aveva provocato fratture e lesioni ad aprile scorso

Anziani, fragili e disabili. Era questo il profilo delle vittime scelto da un pregiudicato 43enne arrestato martedì scorso dalla Squadra Mobile di Bologna. L'uomo, bolognese, è accusato di tre episodi di rapina e di un furto con strappo risalenti alla primavera scorsa. Tutti commessi in zona Bolognina.

Gli episodi

L’indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Bologna nella persona del Sostituto Procuratore Rossella Poggioli, è scattata il 17 aprile, giorno in cui l'uomo ha rapinato un anziano 84enne in via di Corticella. La vittima era stata aggredita mentre stava rientrando a casa, proprio davanti alla porta della sua abitazione. Il rapinatore lo aveva scaraventato a terra provocandogli lesioni e fratture guaribili in 45 giorni. 

Sempre lo stesso giorno l'uomo aveva commesso un furto con strappo, per un cellulare, ai danni di una persona disabile all’interno del Parco in via Torreggiani. Gli ulteriori due episodi sono state due rapine, commesse in via Lombardi e in via Parri il 20 aprile e il 4 maggio, ai danni di due signore nei confronti delle quali il reo si è scagliato, aggredendole, per asportare loro la borsa e poi darsi alla fuga.

Dopo mesi di indagini, i poliziotti della IV Sezione – Contrasto al crimine diffuso della Squadra Mobile sono riusciti ad identificare in M.G. l’autore degli episodi, eseguendo martedì 14 settembre un’ordinanza di applicazione della custodia cautelare in carcere emessa dal Gip di Bologna. 

Infatti, la zona in cui gli episodi sono avvenuti, l’orario, ovvero tra le 14 e le 16, nonché le descrizioni delle vittime e dei testimoni e soprattutto la visione dei sistemi di videosorveglianza acquisiti, hanno consentito di accertare che il responsabile era lo stesso per tutti gli episodi e, in seguito, di identificarlo.

Video popolari

Bolognina, rapinava e picchiava anziani: 43enne arrestato dopo mesi di indagini

BolognaToday è in caricamento