Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO| Piena del Reno, i 5 Stelle: 'Ecco com'era l'argine prima dell'alluvione'

I pentastellati esultano per l'apertura del fascicolo da parte della Procura e postano il video sui social

 

Dopo l'esposto relativo alla piena del Reno del 2 febbraio e l'apertura di un fascicolo conoscitivo da parte della Procura di Bologna, il Movimento 5 Stelle pubblica un video di un residente che dimostrerebbe che "I lavori di consolidamento dell’argine, proprio nel punto dove il fiume è esondato, erano stati individuati già nel 2015 e affidati a una ditta nel maggio 2018, per un importo complessivo che si aggira intorno ai 200 mila euro - si legge sul profilo FB dei pentastellati emiliano-romagnoli - lavori iniziati, sospesi e mai terminati. E in parte già liquidati dalla Regione. Una beffa clamorosa per quei cittadini che hanno subito dei gravi danni (stimati in oltre 22 milioni di euro) dall’esondazione del Reno considerando anche l'imbarazzante silenzio di Bonaccini, nominato dal governo Renzi proprio Commissario di governo contro il dissesto idrogeologioc".

Silvia Piccinini che lunedì aveva consegnato l'esposto in Procura esulta: "Ci hanno detto che dovevamo vergognarci, che cercavamo visibilità, che le risposte le avrebbe date la regione, hanno dichiarato che depositare un esposto era un atto strumentale e prematuro, fino a consigliarci di non disturbare la magistratura che 'a ben altro da fare'. Dopo tutto questo oggi è arrivata la notizia che tanti cittadini alluvionati aspettavano: la procura ha aperto un fascicolo e indagherà su quanto accaduto. Adesso non ci resta che aspettare fiduciosi, come sempre, che la verità possa venire a galla".

Piena fiume Reno: guida e informazioni utili per i cittadini colpiti

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento