Chiusa di Casalecchio danneggiata dalla piena: al via i lavori

Il 2 febbraio il Reno danneggiò e spazzo via molte lastre in granito

Sono partiti i lavori di ripristino del "mantello" della Chiusa di Casalecchio, danneggiato dalla piena del Reno del 2 febbraio scorso.

"Consiste nello smontaggio delle lastre di granito danneggiate, mentre altre sono state spazzate via dalla piena, in parte verrano smontate e ricollocate e altre, almeno 600 metri quadrati, verranno sostituite totalmente" ha detto il progettista e direttore dei lavori Andrea Benassi a Bologna Today.

L'area del Parco del Lido più vicina alla Chiusa è interdetta ed è stata recintata fino alla fine dei lavori, prevista, come fa sapere il Comune di Casalecchio,  indicativamente per metà settembre 2019.

"Si tratta - ovviamente - anche di ripulire l'area da tutto il materiale e i detriti accumulatisi con la piena".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'oroscopo di agosto segno per segno: ecco cosa dicono le stelle

  • Covid e gestione piscine, parrucchieri ed estetisti: siglata nuova ordinanza in Emilia-Romagna

  • Da Budrio a "Mister Italia 2020": Ruben Ganzerli tra i trentadue finalisti

  • SuperEnalotto, la fortuna bacia Pianoro: vinti 18mila euro

  • Le 10 mostre di agosto da non perdere a Bologna

  • Temporale improvviso nel gran caldo, alberi caduti e allagamenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento