rotate-mobile
Mercoledì, 29 Maggio 2024
Cronaca Castello d'Argile / Via Mascarino

Esondazione Reno, il giorno dopo: Argelato allagata, strade chiuse

Problemi aanche Castello D'Argile. Molti residenti degli stabili allagati hanno scelto di dormire nelle loro case

Il giorno dopo la piena e l'esondazione del fiume Reno, la Bassa si risveglia ancora allagata. Mentre a monte del punto di rottura degli argini si comincia a fare il conto dei danni, a valle il fiume preoccupa i residenti delle sponde bolognesi e ferraresi.

Ad Argelato ora la situazione è seria, con parte dell'abitato -zona via delle Querce- che è stato raggiunto dalle acque già nella tarda serata di ieri. Ci sono case senza corrente elettrica e alcuni abitati allagati al piano terra. Cantine, garage e scantinati invece sono completamente sommersi. La sindaca Claudia Mizuc lancia un appello per chiedere più forze di soccorso.

Arrivano volontari per liberare le case dal fango | VIDEO

Rimane allagato il triangolo tra Castel Maggiore, Argelato e Castello D'Argile. Proprio in quest'ultimo comune i disagi maggiori nella notte, con la frazione di Mascarino semi-allagata dalla tracimazione del canale Riolo. Le autorità ora hanno dato istruzioni ai tecnici per fare sfogare le acque nel vicino canale emiliano-romagnolo, ma intanto sono state chiuse per allagamento diverse strade.

Continua l'allerta nella zona tra Boschetto e Malacappa, dove nel frattempo l'esercito ha messo a disposizione uomini e mezzi per il posizionamento di una massicciata in pietra per 'tqppare' la falla.

Esondazione Reno: le immagini dell'argine rotto | VIDEO

Per tutta la notte i gruppi dei Vigili del fuoco sono andati con natanti anfibi e gommoni a bussare di casa in casa nelle zone allagate -alle sette di stamane l'acqua si attestava tra i 40 e i 60 centimetri- per bussare alle porte e recuperare i residenti. In molti tra i piani superiori hanno preferito rimanere nelle loro case, malgrado l'inondazione in atto. In tutto sarebbero coinvolte dagli allagamenti un centinaio di residenti. 250 gli sfollati invece stimati ieri nel comune di Castel Maggiore.

Esondazione Reno, Castel Maggiore: il disastro sotto l’argine

Proprio ieri la giornata più critica: dopo aver tracimato a Vergato, il Reno è uscito dagli argini anche a Bologna nella zona di via Triumvirato, per poi rompere definitivamente gli argini tra Argelato e Castel Maggiore. Non si registrano feriti, ma c'è stata paura per un gruppo di residenti e carabinieri, travolti dalla piena e rimasti intrappolati nelle acque.

Nel frattempo il meteo dà buone previsioni: la pioggia ha smesso di battere le aree appenniniche e le previsioni sono in miglioramento, anche se qualche precipitazione è prevista nel pomeriggio. L'allerta meteo rimane tuttavia rossa fino alla mezzanotte di oggi in tutto il bacino di pianura.

Maltempo Bologna: Reno esonda: allagamenti, sfollati e strade chiuse

Maltempo, fiume straripa e investe residenti e Carabinieri: interviene l'elicottero

Meteo, allerta rossa della Protezione civile per piene fiumi e frane

Castelmaggiore: il fiume rompe gli argini| VIDEO

Fiume Reno straripa: strade inondate, persone evacuate

Meteo, fiume Reno in piena esonda a Vergato: strada chiusa e invasa dal fango

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esondazione Reno, il giorno dopo: Argelato allagata, strade chiuse

BolognaToday è in caricamento