Cronaca

Teatro dell'Argine: il fondatore e regista Pietro Floridia espulso per 5 anni da Israele

Partito per lavorare a un progetto di Al-Harah Theater, Teatro dell'Argine e Oxfam Italia, co-finanziato dalla Commissione Europea. All'aeroporto di Tel Aviv è stato fermato dalla polizia israeliana, interrogato per ed espulso

Pietro Floridia, il regista e fondatore della compagnia del Teatro dell'Argine, San lazzaro,  che curava la regia di uno spettacolo in Palestina, è partito il 5 novembre per lacorare ad "Alone we Stand", progetto di Al-Harah Theater, Teatro dell'Argine e Oxfam Italia, co-finanziato dalla Commissione Europea. All'aeroporto di Tel Aviv è stato fermato dalla polizia israeliana, interrogato per otto ore ed espulso per cinque anni.

Avrebbe rischiato un anno di prigione: aveva dei visti di Paesi sgraditi a Israele sul passaporto e inoltre lavorava con dei palestinesi, scrive la compagnia teatrale in un comunicato.

Solidarietà dal Sindaco di San Lazzaro Marco Macciantelli: "Pietro Floridia è una delle figure più rappresentative non solo del Teatro dell’Argine che gestisce a San Lazzaro l’Itc Teatro, ma del teatro bolognese di ricerca, con radici nella nostra comunità e uno sguardo aperto sul mondo. Non mi sorprende che stia sviluppando una collaborazione con una terra da noi apparentemente lontana come la Palestina ma a noi vicina per tanti motivi. Mi dispiace per quello che gli è accaduto e gli esprimo la mia solidarietà. La cultura è veicolo di cooperazione e di pace e come tale dovrebbe essere trattata, sempre".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Teatro dell'Argine: il fondatore e regista Pietro Floridia espulso per 5 anni da Israele

BolognaToday è in caricamento