Cronaca

Pilastro, domani la fiaccolata della Lega. Aitini: "La destra fa campagna elettorale sulla sicurezza"

Botta e risposta in question time fra il leghista Bosco e l'assessore alla sicurezza Aitini: "L'assessore ci dica cosa vuole fare nei pochi mesi di mandato che le rimangono"

Dopo il tentato omicidio dell'altro giorno, il Pilastro è al centro del dibattito cittadino. E soprattutto del dibattito politico. La Lega infatti non molla la presa e per domani sera annuncia una fiaccolata: "Alle 18 - specifica il partito -  la Lega di Bologna scenderà in piazza a fianco dei residenti, per chiedere il ripristino dello stato di legalità e sicurezza al Pilastro".

"I residenti del Pilastro hanno diritto alla sicurezza e alla legalità, non si può continuare a vivere restando ostaggi della paura", insiste la Lega nel lanciare la convocazione. La fiaccolata partirà alle 18.30 dal parcheggio del centro commerciale di via Pirandello, per percorrere poi via Casini, via Trauzzi e concludersi in via Natali. 

Pilastro: "La Lega parla di emergenza criminale" - VIDEO 

L'assessore alla sicurezza Alberto Aitini contrattacca in consiglio comunale

"La destra fa campagna elettorale sui problemi di sicurezza del Pilastro, ma intanto sminuisce l'importanza della nuova caserma dei Carabinieri che proprio in quella zona sara' inaugurata a breve. Passa al contrattacco l'assessore alla Sicurezza del Comune di Bologna, Alberto Aitini, con un botta e risposta in question time avuto oggi con Umberto Bosco (Lega) e Francesco Sassone (Fdi). "Sappiamo che è quasi ultimata la costruzione della caserma, benissimo - afferma Bosco interrogando l'assessore - non stia a raccontarcelo, ma ci dica cosa vuole fare nei pochi mesi di mandato che le rimangono".

La caserma "sicuramente sarà utile", aggiunge Sassone, ma "non potrà essere la panacea di tutti i mali" e quindi bisogna "capire cosa intende fare l'amministrazione". Sentire "la campagna elettorale che si inserisce in questioni di così grande importanza fa un po' specie", replica Aitini, mentre "non sminuirei, come ho sentito fare dai consiglieri intervenuti, il fatto che tra pochi mesi ci sara' l'inaugurazione della caserma. Una presenza fondamentale per la zona, richiesta da tutti, che arriva a compimento grazie al lavoro costante del Comune".

Insomma, "dovremmo essere tutti molto contenti del fatto che siamo davvero in dirittura d'arrivo", punzecchia Aitini. Detto ciò, già oggi "il lavoro di riqualificazione del Pilastro è sotto gli occhi di tutti, al di là di chi dice che non è stato fatto nulla", manda a dire l'assessore. L'area "è migliorata", dunque, ma è vero che "ci sono ancora situazioni di grande criticità e sacche di illegalità che vanno contrastate ogni giorno". Senz'altro bisogna "continuare e migliorare il lavoro di coordinamento tra istituzioni", sottolinea Aitini.

A questo proposito, "siamo in attesa della convocazione del Comitato per l'ordine pubblico - riferisce Aitini- perchè è quanto mai necessario e urgente fare un nuovo punto della situazione rispetto al lavoro che si sta facendo". Sicuramente servono "risposte immediate", continua l'assessore: questo si traduce innanzitutto in un "ulteriore lavoro di presenza da parte delle forze dell'ordine e della Polizia locale" e, per quanto riguarda il Comune, dell'annunciato progetto di "implementazione della videosorveglianza". Ma, oltre alle misure di questo tipo, "serve anche un rilancio commerciale della zona", aggiunge Aitini, perche' "e' importante anche un presidio di carattere sociale".

De Maria: "Bene l'idea di un tavolo per un migliore coordinamento"

Intanto il parlamentare dem Andrea De Maria accoglie molto favorevolmente il comunicato diffuso dal segretario provinciale del Siulp, Amedeo Landini. Una dichiarazione "molto significativa", commenta De Maria con un post su Facebook: "Nel cogliere l'occasione per ringraziare le forze dell'ordine per il loro impegno generoso e appassionato per difendere la legalità e la sicurezza dei cittadini, voglio sottolineare quanto sia importante che il Siulp condivida l'idea di un tavolo per coordinare al meglio l'iniziativa di tutte le istituzioni e i soggetti pubblici". Inoltre, De Maria segnala "la sottolineatura, che personalmente ho sempre sostenuto, della centralità della azione di contrasto allo spaccio di droga".

Fratelli d'Italia: "Domattina il presidio al centro commerciale di quartiere"

"Gli ultimi eventi che hanno visto il Pilastro come teatro di una vera e propria sparatoria per strada sono soltanto l’apice di una escalation di violenze e reati nella zona che da tempo è sotto gli occhi di tutti. Quest’ultimo fatto è purtroppo solo la conseguenza dell’abbandono in cui è stato lasciato il territorio per anni. L’assenza di controlli negli alloggi popolari, la mancanza di una progettualità condivisa con tutta la cittadinanza sulla legalità, hanno portato al dilagare della criminalità e dell’illegalità, con continui furti nelle abitazioni, spaccio e soprusi nei confronti dei cittadini per bene che vivono nella paura. Sono anni che Fratelli d’Italia denuncia il problema chiedendo un presidio fisso delle Forze dell’Ordine, maggiori controlli delle case popolari, nuovi criteri di assegnazioni ed interventi decisi del Comune che coinvolgano tutti i residenti e le associazioni del territorio a prescindere dal colore politico". E' così che Marco Lisei, Francesco Sassone, Stefano Cavedagna annunciano un presidio al Centro Commerciale Pilastro in via Pirandello dalle 10.30 di domani. "Noi di Fratelli d'Italia terremo un presidio per lanciare la nostra campagna contro la violenza e per la Legalità che proseguirà anche le prossime settimane".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pilastro, domani la fiaccolata della Lega. Aitini: "La destra fa campagna elettorale sulla sicurezza"

BolognaToday è in caricamento