Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca Pilastro

Pilastro, Aitini: "Potenziamo con telecamere, e presto nuovi agenti"

In risposta al question time l'assessore alla sicurezza anticipa la novità sul quartiere di recente oggetto di casi di cronaca. La settimana scorsa Fdi aveva iniziato a raccogliere firme per gli occhi elettronici

Per quanto riguarda la sicurezza "sul tema del Pilastro, si è deciso anche di potenziare il controllo con strumenti di videosorveglianza" oltre al recente innesto di 70 agenti di polizia locale in tutta la città. Lo conferma l'assessore Alberto Aitini al question time sul tema del Pilastro, rispondendo alla domanda di Scarano (Lega).

"Voglio ancora esprimere il dovuto ringraziamento per il lavoro delle forze dell’ordine -continua Aitini- anche perché, sul caso del Pilastro, hanno dimostrato ancora una volta un grande lavoro che ha portato in tempi rapidissimi a dei risultati significativi".

Già due giorni fa Merola aveva proposto al tavolo sulla sicurezza in prefettura di incrementare gli occhi elettronici presenti nel quartiere, proposta accolta da questore e prefetto. Del pari Fdi aveva nei giorni scorsi già aperto sul tema una raccolta firme.

I fatti risalgono all'11 maggio, nella sparatoria era rimasto ferito un cittadino marocchino 26enne, A.K., spacciatore di rilievo nel quartiere Pilastro. La polizia ritiene che il movente si vada individuato in dissapori in tema di stupefacenti sorti fra il ferito cittadino marocchino e i due fratelli tunisini autori del ferimento con arma da fuoco

La squadra mobile della polizia di Bologna ha poi arrestato l'uomo ricercato per la sparatoria. È il fratello del 24enne tunisino fermato il 15 maggio: A.A., classe 1993, pregiudicato e irregolare sul territorio nazionale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pilastro, Aitini: "Potenziamo con telecamere, e presto nuovi agenti"

BolognaToday è in caricamento