menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Plichi esplosivi a uffici postali e aziende: arrestato 40enne anarchico

L'individuazione è stata possibile grazie all'analisi del Dna sugli ordigni

G.S., militante anarchico, è stato arrestato questa mattina a Torino: è accusato di fabbricazione, detenzione e porto in luogo pubblico di ordigno esplosivo e ritenuta figura di spicco dell'area anarco-insurrezionalista.

Insieme ad altri attivisti, secondo gli inquirenti, avrebbe preso parte a 21 attentati, 15 invii di plichi postali esplosivi a ditte e società con sede a Torino, Bologna, Milano, Rima, Bari, Ravenna, oltre ai sei ordigni davanti agli uffici di Poste Italiane di Torino, Bologna e Genova.

Plico con polvere da sparo al CMP di Bologna: intervengono gli artificieri 

L'arresto è uno sviluppo dell'indagine 'Scintilla', che a febbraio era costato il carcere a 6 militanti riconducibili al centro sociale Asilo Okkupato di Torino, sgomberato lo stesso giorno, per aver promosso, costituito, organizzato e partecipato a un'associazione sovversiva finalizzata a influire sulle politiche migratorie mediante attacchi ai centri di identificazione e intimidazioni delle imprese impegnate nella gestione delle strutture di accoglienza.

L'individuazione di G.S., 40enne di origine siciliana, è stata possibile grazie all'analisi del Dna sul sistema di innesco dell'ordigno inviato a una ditta romana, con le stesse caratteristiche di altri plichi esplosivi inviati qualche giorno prima a una ditta di Ravenna. A suo carico, già una condanna passata in giudicato per il lancio di due ordigni contro il comando della Polizia municipale di Parma a ottobre 2008. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

SuperEnalotto, la fortuna bacia Bologna: centrato un '5'

Salute

Covid19, vaccini dal medico di base: quello che c'è da sapere

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento