Cronaca Centro Storico / Via San Felice

Via San Felice, polemica sulle corsie per moto: "Sono pericolose"

Il consigliere 'civico' Manes Bernardini denuncia la potenziale pericolosità delle corsie preferenziali per i motocicli, installate lungo la radiale che porta ai viali. Più tardi anche Tper, in una nota, osserva: "rilevate criticità"

Ph Manes Bernardini

A poche ore dalla loro installazione, le corsie preferenziali per i motocicli pensata dal nuovo piano mobilità dell'assessore Priolo, sono già al centro della polemica. A sollevare i primi dubbi ci ha pensato il consigliere di opposizione Manes Bernardini, con un post su Facebook.

"Direi che la genialata della sindaca di Calderara, nonché assessore al traffico di Bologna, funziona benessum!!!" si sfoga ironico il civico, che poi spiega: "La corsia delle moto è invasa dai bus continuamente per girare da via riva reno in via san felice". Insomma, quella che doveva essere una facilitazione per i motociclisti sta diventando una potenziale fonte di pericoli, è il pensiero di Bernardini.

A rincarare la dose, nel pomeriggio di oggi, ci si è messa anche Tper. In una scarna nota, l'azienda di trasporti locali, ha osservato che "In riferimento ai recenti provvedimenti di traffico a Bologna e, in particolare, alle nuove corsie riservate, Tper ha rilevato alcune possibili criticità e le ha comunicate nelle opportune sedi di confronto".

Tper però tende una mano all'amministrazione, e si offre  di mettere "a disposizione la propria competenza nel lavoro di riorganizzazione della mobilità che l’Amministrazione sta portando avanti. L'Azienda praticherà un costante monitoraggio del proprio servizio nelle strade che sono oggetto di cambiamenti".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via San Felice, polemica sulle corsie per moto: "Sono pericolose"

BolognaToday è in caricamento