menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stazione: ancora zecche nelle celle di sicrezza Polfer

Nuova denuncia da parte del Sindacato Lavoratori di Polizia: "Un solo bagno per gli uomini per più di 100 Poliziotti

"Nello scorso week end, ancora una volta si è posto il problema delle zecche, rinvenute addosso ad un arrestato". Nuova denuncia da parte del Siulp, il Sindacato Lavoratori di Polizia, che ha inviato una lettera aperta al dirigente Polfer sttolineando che da mesi "è utilizzabile un solo bagno per gli uomini al Settore Operativo, nonostante a lavorarci siano più di 100 Poliziotti, siamo stanchi". Un altro episodio era stato denunciato agli inizi dello scorso dicembre. 

Il sindacato fa sapere inoltre che "a differenza degli altri Uffici della provincia, non riceviamo buoni mensa da
più di due mesi, siamo stanchi perché abbiamo chiesto una rivisitazione dei carichi di lavoro in tutti i settori del
Compartimento, per efficientare l’organizzazione degli uffici e non gravare solo su pochi, senza avere avuto riscontro". In pratica, nonostante a Bologna Centrale siano programmati treni in fascia oraria notturna, la sala d'attesa della Stazione resta chiusa e non vi sono servizi igienici aperti. 

Diverse le rivendicazione della Polfer "continuiamo a sopperire alle mancanze di altri, tant'è che nella notte tra sabato
e domenica scorsa, in sostituzione del noto treno diretto a Parma, era stato previsto un solo Autobus per più di 80 passeggeri, e tanto per cambiare non era presente nessuno ad assistere questi viaggiatori se non noi poliziotti, dovendoci attivare al fine di risolvere il disagio e consentire il rientro a casa delle persone inizialmente lasciate "a piedi" e ancora "non abbiamo nemmeno un citofono funzionante ed i nostri Uffici, a partire dallo Sportello Relazioni con il Pubblico sono in condizioni pietose, abbiamo chiesto uno scanner per fare controlli approfonditi dei bagagli e varchi di accesso ai sottopassi della Stazione, ma nulla si muove", ma "non ci sottrarremo mai a qualsiasi richiesta provenga da parte delle Cittadine o Cittadini bisognosi, ma non è più rinviabile un confronto serio al fine di condividere un percorso di collaborazione e condivisione con gli enti preposti, in modo da dare sempre e più efficaci risposte ai bisogni dell’intera collettività". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento