rotate-mobile
Cronaca San Vitale / Via Pietro Mengoli

Vandali no green-pass al poliambulatorio Mengoli, Lepore: "Giù le mani dai medici e dagli infermieri"

Le reazioni all'atto vandalico arrivano da tutta la politica, da Bonaccini a Bernini. Per il sindaco Lepore: "C'è troppa strumentalizzazione politica del Covid"

I no green-pass hanno colpito il poliambulatorio Mengoli, zona San Donato. Lo hanno fatto vandalizzando alcune auto dell'Ausl che servono per la gestione domiciliare dei pazienti e con una bomboletta spray di colore rosso hanno scritto su un muro "No obbligo vaccinale, no green-pass" rivendicando così il gesto. I veicoli danneggiati, quattro in tutto e tutti delle  Unità Speciali di Continuità Assistenziali, questa mattina erano di fatto inutilizzabili (vetri rotti e gomme bucate) e dunque il servizio è saltato ai danni dei pazienti seguiti. Sono i Carabinieri ad indagare sul fatto, mentre la politica cittadina reagisce di fronte a un atto "vergognoso". 

"Una sola parola: vergogna". Questo il commento del presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini. Immediato anche il commento del sindaco Matteo Lepore, che lo definisce un "episodio molto spiacevole, che è assolutamente da censurare". E le sue parole vanno subito nella a difesa di medici e infermieri: "Occorre avere rispetto delle persone che lavorano nei servizi pubblici e di chi lavora negli ospedali. Abbiamo passato due anni in cui abbiamo chiamato eroi persone che hanno una professionalità altissima, che hanno sacrificato le loro famiglie e molte hanno purtroppo anche perso la vita. Non può essere che se il Covid ci dà un po' di sollievo torniamo a prendere queste persone come oggetti e a fare violenza contro di loro. Era un tema purtroppo molto presente prima della pandemia, ora vedo che ritorna strumentalmente. C'è troppa strumentalizzazione politica del Covid, dobbiamo assolutamente abbassare tutti i toni e pensare che ancora il nostro Paese e la nostra comunità sono ancora in difficoltà". 

"Il raid vandalico contro il Poliambulatorio Mengoli di Bologna, compiuto dai soliti no-vax e no green pass, è un atto vile e violento che condanno con fermezza. Quel che è ancor più grave è che sono state danneggiate anche quattro vetture in dotazione alle Usca, quelle unità operative che servono per portare le cure domiciliari ai pazienti affetti da Covid" il commento di Anna Maria Bernini, presidente dei senatori di Forza Italia. Che spiega: "Chi compie simili gesti dimostra di non avere alcun rispetto per il bene comune, offende il personale sanitario impegnato in questa lunga e dura battaglia contro questo nemico invisibile e oltraggia la memoria di tutte le vittime del Covid. Auspico che i responsabili siano individuati e che la sanzione sia esemplare. Le Istituzioni faranno sentire forte e chiara la propria voce: nessuna tolleranza per chi agisce contro la libertà, la democrazia e la salute pubblica. Ai medici, al personale infermieristico e sanitario va la mia piena solidarietà".

Le azioni violente "non possono essere tollerate e vanno isolate e contrastate senza ambiguità da parte delle istituzioni e di tutte le forze politiche". Così la voce di Andrea De Maria, deputato Pd e segretario di presidenza della Camera,  si è aggiunta a quella degli altri politici bolognesi: "Gli atti vandalici compiuti al poliambulatorio Mengoli a Bologna sono un fatto grave da non sottovalutare. Tutta la mia solidarietà al personale sanitario e l'auspicio che i responsabili vengano individuati e perseguiti". 


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vandali no green-pass al poliambulatorio Mengoli, Lepore: "Giù le mani dai medici e dagli infermieri"

BolognaToday è in caricamento