menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Poliziotto della penitenziaria morto di covid a 54 anni, il sindacato: "Sono 13 nel 2020"

L'agente era in servizio alla Dozza. La nota di cordoglio del sindacato Spp: "Vicini alla famiglia"

"Apprendiamo con estremo dispiacere la notizia della scomparsa del Sovrintendente A.D. in servizio presso la casa circondariale di Bologna da tanti anni. Dopo una degenza di circa un mese nell’ospedale di Imola, non ce l’ha fatta. Vittima del COVID-19 lascia moglie e figli, a soli 54 anni". E' la stringata nota del sindacato Spp della polizia penitenziaria, che ricorda come nel 2020 sono stati 13 i decessi delle guardie carcerarie a causa del Covid.

"I colleghi -prosegue la nota- lo ricordano come un uomo onesto e lavoratore, la notizia li ha lasciati senza parole. il segretario Aldo Di Giacomo: “In quella che sembra essere una strage senza fine, perde la vita silenziosamente un altro servitore dello Stato, un uomo molto apprezzato dai colleghi stessi e con molta esperienza alle spalle. Con A.D. sono tredici i Poliziotti Penitenziari che hanno perso la vita colpiti dal covid-19. Bisogna continuare a tenere alta l’attenzione contro il virus purtroppo ancora letale e proseguire velocemente con la campagna vaccinale in tutte le carceri del territorio nazionale. Restiamo uniti intorno al dolore della famiglia a cui esprimiamo le nostre condoglianze.”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento