Cronaca

Ponte sul Reno a Casalecchio, FI lancia l'allarme: 'Continua a sgretolarsi'

In alcuni tratti, denunciano ancora Bignami e Seta "il cemento armato appare compromesso e presenta uno spanciamento verso l'esterno, ossia verso il fiume"

Foto Dire

Solo ieri era stato reso noto l'elenco dei ponti 'osservati speciali' della città metropolitana, oggi invece la denuncia di uno in cattivo stato di conservazione. Si tratta del ponte sul Reno a Casalecchio, alle porte di Bologna, non ricompreso nell'elenco pubblicato ieri ma che "continua a sgretolarsi".

Una ristrutturazione urgente che costerebbe circa 1,5 milioni di euro. A sostenerlo sono il deputato di Forza Italia Galeazzo Bignami e la consigliera metropolitana Erika Seta, che annunciano l'intenzione di muoversi a tutti i livelli di governo (dal Comune al Parlamento).

"Nel novembre 2013- ricordano Seta e Bignami a seguito di cedimenti del cemento e delle colonnine della balaustra del lato non coperto, furono allertati da alcuni cittadini i Vigili del Fuoco, che valutarono come pericoloso il transito pedonale su tutto il marciapiede del lato scoperto, poiché la balaustra non risultava stabile e poiché alcuni crolli nella sede calpestabile del marciapiede permettevano di vedere l'acqua del fiume sottostante, rendendo pericoloso il transito".

A cinque anni di distanza, però, "non risulterebbero interventi di consolidamento sul ponte- attaccano gli azzurri- intanto lo sgretolamento della parte esterna del ponte è proseguito, con buchi sul marciapiede che lasciano intravedere l'acqua di sotto, mentre parte della balaustra, che dovrebbe avere funzioni di contenimento anche in caso di sinistro stradale, è ormai in totale stato di abbandono". In alcuni tratti, denunciano ancora Bignami e Seta, "il cemento armato appare compromesso e presenta uno spanciamento verso l'esterno, ossia verso il fiume".

Il ponte, lungo circa 200 metri e largo 19, "è particolarmente datato- continuano gli esponenti FI- il suo ultimo ripristino in toto parrebbe risalire al secondo dopoguerra, a seguito dei bombardamenti". Allo stesso tempo, però, "i volumi di traffico appaiono particolarmente importanti, stimati in circa 25mila veicoli al giorno. Di fatto non esiste nessuna limitazione e vi passano mezzi di ogni tipo, anche mezzi pesanti". Senza dimenticare che "un'attività commerciale si sviluppa direttamente sul ponte, mentre un'altra è al di sotto".

Secondo Bignami e Seta, per ristrutturare il ponte "un aiuto importante sarebbe potuto arrivare dal bando per le periferie, che però è andato interamente a finanziare progetti per piste ciclabili", per un totale di circa 800mila euro. "Quei fondi avrebbero potuto rappresentare un contributo importante per la ristrutturazione urgente di quel ponte- criticano gli azzurri- all'epoca il Comune spiegò che la Città metropolitana, per scelta politica condivisa con l'assessore alla Mobilità del Comune di Bologna, Irene Priolo, aveva deciso di partecipare al bando coinvolgendo a caduta tutti i Comuni, ma solo per i progetti sulle ciclabili, bocciando di fatto il 98% degli altri progetti".

Anche per questo, Bignami e Seta chiedono se il ponte sul Reno a Casalecchio sia stato inserito nell'elenco delle opere da mettere in sicurezza, da spedire al ministero dei Trasporti. Allo stesso tempo, gli esponenti FI domandano "se vi siano canali di finanziamento previsti per intervenire con urgenza su questa infrastruttura. Perché è evidente che non si può più aspettare".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ponte sul Reno a Casalecchio, FI lancia l'allarme: 'Continua a sgretolarsi'

BolognaToday è in caricamento