Cronaca San Donato / Via Libia

Venduta l'area Atc di via Libia: "Sarà riqualificata una zona che da tempo aspetta di essere recuperata”

Monesi soddisfatto: “Con la vendita dell’area sotto il ponte si potrà riqualificare l’area e cambierà l'aspetto di un'ampia zona della Cirenaica.” Via alla demolizione di edifici e bonifica suolo

E' stata aggiudicata definitivamente alla ditta Tassone Costruzioni srl di Lumezzane (BS) la vendita dell'area dell'ex Autorimessa provinciale dell'ATC, di via Libia 67/71 a Bologna, per l’importo di 1.405.000 euro oltre I.V.A, prezzo offerto in sede di asta pubblica. L'area, da tempo dismessa, da riqualificare secondo le previsioni del nuovo Piano operativo comunale (POC) approvato a febbraio, era stata aggiudicata provvisoriamente  a fine luglio a questa società unico offerente. 

“Con la vendita dell’area sotto il ponte di via Libia, spazio logisticamente strategico della città, – ha dichiarato Marco Monesi consigliere metropolitano con delega al Bilancio Patrimonio e Personale - è stato realizzato un altro obiettivo, che non serve solo a dare risorse alla Città metropolitana ma soprattutto fondamentale perché si possa riqualificare un’area che da tempo aspetta di essere recuperata e che cambierà l'aspetto di un'ampia zona della Cirenaica.” 

La vendita dell'area di 8601 mq, per la quale gli strumenti urbanistici prevedono la riqualificazione attraverso la demolizione degli edifici esistenti, rientra nel piano di alienazione definito dopo l'approvazione del Bilancio della Città metropolitana. Lo ricorda l'amministrazione sottolineando che il piano è stato votato lo scorso 1° luglio "per consentire all'ente di impiegare al meglio le proprie potenzialità attraverso l'attuazione dei programmi. Oltre all’entrata, l’operazione eviterà l’obbligo e i relativi ingenti costi derivanti dagli interventi di bonifica necessari per eliminare l’inquinamento del suolo da idrocarburi". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Venduta l'area Atc di via Libia: "Sarà riqualificata una zona che da tempo aspetta di essere recuperata”

BolognaToday è in caricamento