menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Partorisce in ambulanza in piena emergenza coronavirus: mamma e bimbo stanno bene

Né la donna né il piccolo sono risultati contagiati al momento dei fatti. Si ripropone l'argomento dei parti in ambulanza in Appennino

Nel primo mattino di oggi si è registrato un altro caso di parto in ambulanza in un comune dell'Appennino. E' la stessa Ausl a darne notizia, precisando che "mamma e bimbo sono alla Maternità dell’Ospedale Maggiore stanno bene e nei prossimi giorni verranno dimessi".

In base a quanto ricostruito fino a ora, la chiamata di soccorso è arrivata alle  7:15 da Porretta Terme. Pochi minuti dopo l'ambulanza è arrivato al domicilio della signora, che presentava già contrazioni frequenti. sul posto arriva anche l'automedica.

La donna, di 32 anni alla quarta gravidanza, viene velocemente visitata. Non si rilevano, inoltre, sintomi che possano essere correlati con infezione da Covid-19, così come per il resto della famiglia. Alla signora, per maggiore protezione,viene posizionata mascherina chirurgica.

Finita la visita, durata in tutto qualche minuto, la 32enne viene caricata sull’ambulanza, assistita da un medico e un infermiere, per essere accompagnata all’Ospedale Maggiore.

Alle 07.50 all’altezza di Vergato, la donna partorisce un bimbo di 3 kg. L’ambulanza prosegue quindi il viaggio verso l’Ospedale Maggiore dove la donna e la neonata, vengono accolte, alle 08.32, dagli operatori del Pronto Soccorso Ostetrico Ginecologico dell’Ospedale Maggiore.
Mamma e bimbo stanno bene e rientreranno a casa nei prossimi giorni.

Si ripropone così il tema dei parti di emergenza in ambulanza, oggetto di polemiche politiche in passato, con comitati e sindaci che si schierano a favore della reintroduzione di punti nascita in Appennino. Aperture in questo senso arrivarono dal presidente Bonaccini poco prima delle elezioni, e il tema è stato polemicamente ricordato  dalla Lega all'indomani del recente annuncio dell'ex assessore Venturi di lasciare l'incarico di commissario all'emergenza coronavirus.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

social

Oggi è il Blue Monday: il giorno più triste dell'anno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento