Cronaca

Porrettana, vertice su Ponte Da Vinci e viabilità

Un incontro per chiedere ad Anas di velocizzare i tempi dell'intervento e della riapertura del ponte, prevista tra solo tre anni

Vertice questa mattina in Prefettura a Bologna per fare il punto sui lavori di riqualificazione del ponte Da Vinci a Sasso Marconi, che collega la statale Porrettana con il casello dell'autostrada.

Un incontro a cui parteciperanno anche Regione Emilia-Romagna e Città metropolitana, per chiedere ad Anas di velocizzare i tempi dell'intervento e della riapertura del ponte, prevista tra solo tre anni. A dirlo è l'assessore regionale alle Infrastrutture, Andrea Corsini, rispondendo oggi in Assemblea legislativa all'interrogazione del capogruppo di Emilia-Romagna Coraggiosa, Igor Taruffi.

"Fra pochi minuti, su richiesta della Regione, della Città metropolitana e del Comune, la Prefettura di Bologna ha convocato un incontro con Anas a cui saremo presenti - assicura Corsini - per fare il punto della situazione, soprattutto rispetto alle tempistiche di riqualificazione del ponte Da Vinci, dopo che Anas ha comunicato tempi di riapertura che a nostro giudizio sono troppo lunghi rispetto alle necessità del territorio".

La Regione ribadisce quindi l'invito ad Anas di "accelerare i tempi dell'intervento". Resta comunque in campo la richiesta che la Giunta Bonaccini ha fatto al ministero di poter "commissariare l'opera - ricorda Corsini - per accorciare la realizzazione dell'intervento".

I rapporti con Anas restano comunque un problema, come dimostra un altro cantiere in fase di avvio sempre sulla statale Porrettana, questa volta sul versante toscano, che prevede la chiusura della galleria del Signorino. "Abbiamo chiesto di nuovo informazioni ad Anas - spiega l'assessore - che ci ha comunicato che la fase di progettazione è terminata e la consegna dei lavori è prevista entro fine mese. Non abbiamo però ancora la tempistica di fine lavori, ma continueremo a insistere per avere una programmazione definita".

Allo stesso modo, sottolinea Corsini, "non siamo purtropppo ancora a conoscenza delle soluzioni tecniche di Anas, ma il nostro auspicio è che Anas adotti le soluzioni più innovative per non prolungare a lungo la chiusura della galleria". In Prefettura a Pistoia, intanto, è stato già concordato il percorso alternativo che prevede il passaggio sulla strada comunale Passo della Collina, su cui Anas sta realizzando un "risanamento preventivo della pavimentazione".

Non nasconde la rabbia Taruffi. "L'atteggiamento di Anas è inaccettabile - attacca il capogruppo di Coraggiosa - ricordo che sulla statale Porrettana sono contemporaneamente chiusi il ponte Da Vinci e la galleria in località Riola, verrà chiusa la galleria del Signorino, ed è insostenibile che Anas non dia i tempi, e sono ancora in corso i lavori per la frana di Pavana dopo due anni. Siamo di fronte a una situazione intollerabile, non credo che le aziende pubbliche possano lavorare in questo modo. E credo che il ministero abbia responsabilità e vada chiamato in causa. Non possono essere chiamati gli enti locali a risolvere i problemi di Anas, così non può funzionare", tuona Taruffi. (Dire)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porrettana, vertice su Ponte Da Vinci e viabilità

BolognaToday è in caricamento