VIDEO| Cura dei Portici, Ubertini: "Abbiamo mille anni di storia, li terremo puliti"

Oggi la firma del Protocollo per candidatura Unesco

 

Da via Zamboni a San Luca, dal Pavaglione con piazza Maggiore al quartiere Barca, ossia 12 tratti porticati. E poi via Santa Caterina, via Santo Stefano e piazza della Mercanzia, via Galliera e via Manzoni, strada Maggiore, Baraccano, portico della Certosa, piazza Cavour e via Farini, Forno del pane. Fuori dal centro, il Treno della Barca che rappresenta "il più grande intervento urbanistico realizzato nella prima periferia bolognese nel secondo dopoguerra. 

Una vera e proprio "cabina di regia", espressione di tutta la comunità bolognese, che oggi ha firmato il Protocollo d'intesa, un piano di gestione dei Portici per la promozione della candidatura a patrimonio dell'Unesco

I siti patrimonio mondiale devono dotarsi un piano di gestione finalizzato a preservare il bene. Quindi Comune, Sovrintendenza, Regione, Università, Arcidiocesi, fondazioni bancarie, Camera di Commercio, Acer e persino i Carabinieri sono inseriti nella cabina di regia che ha sottoscritto questa mattina a Palazzo D'Accursio il Protocollo. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento