rotate-mobile
Cronaca

Portici, Orioli: "Ora più investimenti sulla manutenzione"

Le parole dell'assessora che ha curato il dossier della candidatura

Incassato dall'Unesco il riconoscimento inseguito per anni, ora il Comune di Bologna deve moltiplicare gli sforzi per la manutenzione dei Portici. Non solo per i 12 tratti candidati e dichiarati Patrimonio dell'umanità, ma per tutta la città. A dirlo è la vicesindaco Valentina Orioli, rispondendo oggi in Consiglio comunale alle interrogazioni di Marco Piazza (M5s) e Graziella Tisselli (Fdi).

"Dobbiamo fare in modo che questo successo diventi l'occasione di riappropriarsi di questi spazi- sostiene Orioli- e di fare in maniera sempre più sistematica azioni di cura di questi spazi, che sono l'identità urbana di Bologna".

Per questo, ricorda la vicesindaco, "ci sono azioni descritte nel Piano di gestione, che stiamo già sviluppando. Si tratta di proseguire su questa strada, sia con investimenti diretti del Comune, sia facilitando al massimo l'intervento dei privati, rinnovando i protocolli che nel tempo si sono susseguiti, ma anche lavorando in maniera sempre più puntuale per rendere più efficace il sistema di dialogo fra tutti i soggetti che sono deputati alla manutenzione. Su questo stiamo già lavorando".

Si tratta in realtà di "uno dei punti che oggi rende più difficili gli interventi più rapidi, efficaci e in tempo reale che molte volte serve fare- spiega Orioli- si tratta di una grandissima sfida, ma sicuramente l'essere sito Unesco ci darà più strumenti, a partire dai finanziamenti che ogni anno lo Stato riserva ai beni tutelati come patrimonio dell'umanità". Dal punto di vista della conservazione dei beni culturali, sottolinea del resto Orioli, "l'Italia e Bologna non hanno certo problemi: il nostro sistema è molto evoluto". (Agenzia Dire)

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Portici, Orioli: "Ora più investimenti sulla manutenzione"

BolognaToday è in caricamento