Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca Saragozza / Via Saragozza

Portico San Luca, al via lavori: un 'selfie' per far conoscere la nostra 'grande bellezza'

Obiettivo dei lavori, inaugurati ieri, è mettere in sicurezza gli affreschi, togliere i graffiti, restaurare e ridipingere pareti e volte. Ma per farlo, invita l'assessore Lepore, "occorre l'aiuto della città". Si può contribuire anche con un autoscatto

Cantire San Luca

Mettere in sicurezza gli affreschi, togliere i graffiti, restaurare e ridipingere pareti e volte. Questo l’obiettivo del cantiere inaugurato ieri presso il portico di San Luca, pronto a tornare in tutta la sua ‘grande bellezza’.

I primi lavori, partiti ieri mattina, alla presenza  dell'assessore alle Attività produttive del Comune, Matteo Lepore, e Renato Sabbi, presidente del Comitato per il restauro del portico, sono stati possibili grazie a una donazione di 15.000 euro da parte di un privato, che copre in parte il costo dell'intervento (in totale 40.000 euro). In questo modo il comitato conta di non gravare più di tanto sulle risorse che il Comune sta raccogliendo via web con l'iniziativa di crowdfunding civico "Un passo per San Luca", avviata in ottobre.

La campagna è  tuttora aperta: finora sono stati raccolti 141.000 euro grazie a un migliaio di donatori (ma 100.000 euro li ha versati il Comune). Ne servono pero' almeno 300.000 euro per i due interventi strutturali piu' importanti: i tratti di portico tra il secondo e il terzo Mistero (che si spera di avviare nei prossimi mesi) e tra il sesto e il settimo Mistero.
Il Collegio dei geometri di Bologna ha messo a disposizione per questi lavori i propri tecnici e rilevatori per il monitoraggio strutturale del portico. Le prime opere sono state avviate oggi, quindi, per provare a dare slancio ai prossimi interventi.

"E' un cantiere ma è anche uno strumento di comunicazione- afferma Lepore- invitiamo chi passa qui, per pellegrinaggio o footing, a scattarsi un 'selfie' (autoscatto fotografico) davanti al cantiere e a metterlo su Facebook, per promuovere la campagna". Autoscatto che lo stesso Lepore prontamente esegue, insieme tra gli altri a Sabbi e al presidente del Quartiere Saragozza, Roberto Fattori.
Per il restauro del portico di San Luca, "dobbiamo continuare a chiedere aiuto alla città - insiste Lepore- ci aspettiamo che imprese, enti benefici e anche chi ci guarda dall''estero facciano donazioni e diffondano in rete l'indirizzo web della campagna".
Per Arturo Testi, responsabile della basilica di San Luca, "basta anche un euro a testa. Per quanto ci riguarda, le offerte dei concerti che facciamo a luglio sono destinati al restauro del portico: solo che la gente non da' niente".

Il cantiere inaugurato ieri dovrebbe durare due o tre mesi, ma "in verità non ha un limite- afferma Sabbi- perchè vorremmo arrivare fino alla scalinata dei domenichini. E con le donazioni che riceviamo pensiamo di farcela. Comunque continueremo a lavorare finchè non avremo finito".

(Agenzia Dire)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Portico San Luca, al via lavori: un 'selfie' per far conoscere la nostra 'grande bellezza'

BolognaToday è in caricamento