Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca Centro Storico / Piazza Giosuè Carducci

I cittadini puliscono il portico dei Servi: 'Meno degrado, più fiducia alle persone per una Bologna ancora più bella"

Sono trascorsi più di due anni da quando il comitato "I love Santo Stefano" ha iniziato ad attivarsi per effettuare piccoli interventi manutentivi. Dopo un lungo iter, arriva l'ok per potersi prendere cura di un bene comune

Domani, sabato 1 novembre, dalle 9 alle 17, il comitato "I love Santo Stefano" e l'Associazione "Succede solo a Bologna" eseguiranno un intervento di pulizia del portico dei Servi in Strada Maggiore. Considerato il valore artistico del portico, tutelato dalla Soprintendenza, i volontari sono autorizzati a svolgere solamente attività di pulizia: ovvero deragnatura, detersione della pavimentazione e della base delle colonne, lavaggio di manufatti tecnologici.

L'ok all'operazione arriva dopo un lungo iter, come spiega il comitato “I Love Santo Stefano”, che racconta: "Sono trascorsi più di due anni da quando il comitato "I love Santo Stefano" ha iniziato ad attivarsi per effettuare piccoli interventi manutentivi in piazza Carducci. Non è certo stato un percorso facile: prima il passaggio in Quartiere, poi l'ok del Comune ai lavori fornendo il materiale necessario e un corso di formazione. Era la prima volta che l'ente autorizzava dei cittadini a prendersi cura di un bene comune, quella piazza dedicata al poeta nazionale dove Anna Rosa, Isa, Claudio, Nara, Patrizia e tanti altri membri del comitato risiedono. I primi sforzi, nell'autunno 2012, furono quelli della cartatura, stuccatura e verniciatura di 20 panchine e la riverniciatura dei 67 fittoni che circondano la piazza. Fu quella l'occasione per il coinvolgimento nei lavori di una terza media di Bologna, i cui studenti furono protagonisti di un video con finalità pedagogiche". "Anche dai problemi concreti individuati e dalle soluzioni proposte dall’esperienza del comitato - chiosano i componenti di “I love Santo Stefano” - all’inizio di quest’anno il Comune di Bologna ha approvato il primo regolamento comunale, a livello nazionale, sull'amministrazione condivisa per la cura dei beni comuni urbani".

Qualche mese fa,il comitato si è impegnato nella verniciatura delle tubazioni, di proprietà privata, che circoscrivono gli accessi pedonali e carrabili ai garage sotterranei di piazza Carducci. In questo caso, i proprietari dei posteggi si sono fatti carico dell’acquisto dei materiali e – una volta informato il Comune – i volontari civici del comitato hanno offerto la propria manodopera, mentre Hera ha pulito, a titolo gratuito, le aree oggetto di verniciatura.

Da domani, l’azione civica della squadra si concentrerà sulla pulizia del portico dei Servi e per il futuro, l’obiettivo è ancora più ambizioso: la realizzazione di un progetto d’illuminazione del monumento dedicato a Giosuè Carducci. "Siamo ben consapevoli - dice il comitato - della necessità di coinvolgere, in questa missione, altri soggetti. È infatti già partita la ricerca di sponsor che sposino la causa della riscossa civica. Per rendere Bologna ancora più bella, combattere il degrado e ridare fiducia alle persone".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I cittadini puliscono il portico dei Servi: 'Meno degrado, più fiducia alle persone per una Bologna ancora più bella"

BolognaToday è in caricamento