rotate-mobile
Cronaca

Positivo all'ufficio contrassegno, Tper: "Addetto nel back office, tutto sanificato"

A sollevare il caso era stato il sindacato Si Cobas

Ausl allertata e locali sanificati. Inoltre, si è trattato di "un caso di positività" di un addetto "in attività di back office, quindi non a diretto contatto con il pubblico".

Così risponde Tper alla notizia di un addetto all'ufficio contrassegni Tper di via San Donato risultato positivo al coronavirus. Il contagio è risalente alla domenica scorsa, si precisa dall'azienda.

Nella sede di Via San Donato "di circa mille metri quadrati", è stata avviata a sanificazione, con annessa "chiusura al pubblico dei nostri uffici, è iniziata lunedì alle 8 e si è protratta durante tutta la mattina". Con l'Ausl attivata per il tracciamento dei contatti, al tampone rapido è stato anche sottoposto il collega d’ufficio della persona contagiata.

"Dispiace rilevare posizioni che potrebbero generare ingiustificati allarmi" replica l'azienda dei trasporti, che nel merito delle richieste del sindacato di base commenta in una nota che "non è certamente praticabile per tutti gli addetti, essendo necessario accogliere a sportello gli utenti che richiedono i nostri servizi e registrando un purtroppo ancora limitato possesso tra i cittadini delle credenziali ad alta affidabilità". infine, si rileva anche che "tra le persone che si approcciano ai nostri servizi ci sono, peraltro, anche persone con disabilità".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Positivo all'ufficio contrassegno, Tper: "Addetto nel back office, tutto sanificato"

BolognaToday è in caricamento