rotate-mobile

25 aprile al Pratello, il bilancio: flop divieti in piazza San Francesco, 'scalata' alla basilica e strade-latrina | VIDEO-FOTO

Tengono i provvedimenti anti-alcool, ma è vetro ovunque. Piazza San Francesco 'ceduta' alla movida. Ancora pochi i bagni chimici, ruscelli di urina nelle strade laterali. La questura: "Nessun comportamento violento"

Uno scenario un po' già visto, al termine di una giornata di festa molto partecipata nei numeri. Questo è il bilancio che arriva il giorno dopo la festa della Liberazione al Pratello per il 25 aprile, rettangolo di strade a cui sono arrivate le manifestazioni politiche della mattinata, per il via a una giornata di festa in grande stile.

Una giornata -dopo due anni di pausa forzata causa pandemia- caratterizzata da diversi momenti, ma che sul finire ha avuto la ormai consueta coda di caos, eccessi e comportamenti indisciplinati, immersi nella mole straordinaria di persone che si è trattenuta fino a tardi anche nelle piazze, anche quelle formalmente vietate da una ordinanza del Comune, come piazza San Francesco. Impossibile contenere le persone, andate ampiamente oltre le 10mila unità, ma nei fatti diverse cose non hanno funzionato.

Tiene il divieto all'alcool, vetro ovunque e piazze invase: ordinanza in parziale flop

Comportamenti violenti tali da richiedere l'intervento delle forze dell'ordine non si sono in effetti registrati. Altro discorso è stato invece il cosiddetto degrado urbano, che ha visto il parziale flop dei provvedimenti presi dal Comune alla vigilia.

Ha in qualche modo tenuto il divieto di vendita di alcool oltre alle 14 per tutti quegli esercizi in qualche modo non definiti come locali veri e propri. Già a partire dal crepuscolo in molti tra i partecipanti alla festa hanno cominciato a vagare cercando in qualche modo di trovare alcool in vendita al di fuori dei locali a sedere, ma a parte gli inevitabili abusivi in moltissimi hanno dovuto rinunciare. La coda lunga dei festeggiamenti ha però coinvolto vie e piazze limitrofe dell'area del Pratello. Inoltre, alcuni dei locali stessi hanno di loro spontanea volontà abbassato le serrande nel tardo pomeriggio, nonostante la chiusura scattasse 'solo' a partire dalle 23:30.

25 aprile piaza san francesco-2

Assolutamente violata la chiusura ordinata da Palazzo D’Accursio per piazza San Francesco, con le transenne spostate e accatastate e il pubblico che ne ha riempito rapidamente gli spazi, con centinaia di persone intente a ballare e consumare i residuali alcoolici rimasti. Verso sera addirittura si è assistito a episodi di 'scalata' del portone della basilica antistante la piazza, fenomeno che ha fatto da sfondo a un crescente problema con le bottiglie di vetro, lasciate per strada così come i rifiuti, sebbene in molti casi i tentativi di non disperdere il pattume abbia indotto i più in qualche modo a creare delle cataste a lato e sopra i cassonetti.

Il problema dell'urina in strada: 'ruscello' sotto il commissariato

Alcuni bagni chimici siano stati allestiti in diversi punti lungo le laterali di via del Pratello, e sono stati usati massivamente per tutta la giornata. Troppe le persone però, e troppa la pressione, inevitabilmente a un certo punto le stradine laterali si sono trasformate in veri e propri vespasiani all'aperto. San Rosso, Pietralata, Paradiso, nessuna eccezione nemmeno per quanto riguarda via de' Coltellini, che corre ad angolo con il commissariato Due Torri-San Francesco. In alcuni punti sotto i condomini l'aria è risultata pungente e irrespirabile, mentre persone hanno continuato a urinare dietro i cassonetti anche oltre via San Felice e le strade limitrofe.

urina via de coltellini-2

La questura: "Nessuno comportamento violento"

C'è stata "qualche intemperanza" durante il corteo della mattinata" ma nel complesso "non ci sono state aggressioni, non ci sono state risse nonostante una moltitudine di persone in festa. E quindi da questo punto di vista il bilancio è positivo".

Commenta così a caldo il questore di Bologna Isabella Fusiello, sul bilancio -almeno per il profilo dei reati penali- della giornata di ieri. E' chiaro, afferma infine Fusiello, che "la presenza di tante persone "ha comportato un mancato riposo da parte dei cittadini. Però, ripeto, ovviamente dal nostro punto di vista il fatto che non ci siano stati problemi di ordine e sicurezza pubblica vuol dire che è positivo" il bilancio della giornata, "se non fosse che c'erano circa 10.000 o 15.000 persone in una zona molto ristretta".

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

25 aprile al Pratello, il bilancio: flop divieti in piazza San Francesco, 'scalata' alla basilica e strade-latrina | VIDEO-FOTO

BolognaToday è in caricamento